Terminillo, muore escursionista romano

Antonio Muredda, 42 anni, è scivolato lungo un ripido pendio sbattendo contro le rocce

I Vigili del Fuoco di Rieti sono intervenuti ieri pomeriggio sul Terminillo, precisamente sul monte Elefante, nel versate del comune di Micigliano, per recuperare il corpo di un escursionista. L’uomo è scivolato sull’erba e rotolato lungo un pendio per circa 200 metri e alla fine sbattendo contro le rocce. È deceduto a causa delle gravi ferite riportate.

L’incidente

La vittima è un osteopata 42enne di Roma, Antonio Muredda. Era con un amico.
Per recuperare il corpo dell’uomo è stato necessario l’intervento di un elicottero dei Vigili del fuoco decollato dall’aeroporto di Ciampino. A tutte le operazioni di soccorso hanno partecipato dai primi momenti militari della Guardia di Finanza e agenti della Polizia di Stato, i volontari del Corpo nazionale del Soccorso Alpino e speleologico, oltre a una squadra dei Vigili del fuoco del comando di Rieti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button