Tragedia Cefalone, Cnsas: 5 anni senza dimenticare neppure un giorno

Il 24 gennaio 2017 sul massiccio del Velino (Campo Felice) morirono 6 persone, 5 appartenenti al Cnsas e uno sciatore soccorso

Oggi ricorre il 5° anniversario dell’incidente di Monte Cefalone avvenuto il 24 gennaio 2017.  Persero la vita il dottor Walter Bucci e l’infermiere Giuseppe Serpetti, Sanitari del 118 dell’Ospedale San Salvatore dell’Aquila, il tecnico di bordo Mario Matrella, Davide De Carolis, tecnico del soccorso alpino, il pilota Gianmarco Zavoli, e il paziente soccorso, Ettore Palanca.

L’incidente seguiva di una settimana la strage di Rigopiano.

Commemorazione

Oggi era in programma presso il dipartimento MESVA dell’Università dell’Aquila una giornata di formazione sulla montagna, con la partecipazione di autorevoli relatori, che dovrà essere rimandata causa recrudescenza dei contagi da COVID.
È stata comunque organizzata, a cura del personale del 118 dell’Ospedale San Salvatore, presso la chiesa di Coppito, alle ore 11, una messa in ricordo delle vittime. La messa sarà presieduta da monsignor Antonio D’Angelo, Vescovo ausiliario. Concelebreranno Don Giuseppe e Padre Luciano. Essa sarà animata dal coro del Club Alpino Italiano, diretto dal Maestro Giulio Gianfelice. Tutti gli amici di Walter, Peppe e degli altri componenti dell’equipaggio sono invitati a partecipare, per non dimenticare.

Il ricordo del Cnsas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button