Un sogno chiamato “Inca Trail per Machu Picchu”

Uno dei Cammini più belli e suggestivi del Pianeta da Cusco alle rovine di Machu Picchu

L’Inca Trail è uno dei percorsi più belli, più suggestivi del Pianeta. Questo itinerario, in Perù, collega la cittadina di Cusco alle rovine di Machu Picchu e risale proprio agli Incas.

Chi non ha mai sognato di percorrerlo?

Il cammino si può fare in 5 giorni (anche meno) e non è impegnativo. Si attraversano tre passi e la meta è meravigliosa! È molto frequentato quindi non aspettatevi di essere da soli o in pochi sul percorso.
Si compone di tre percorsi sovrapposti: Mollepata, Classic e One Day. Mollepata è la più lunga delle tre vie con il passo di montagna più alto e si interseca con la via Classica prima di attraversare Warmiwañusqa (“donna morta”).
Situato nella catena montuosa delle Ande, il sentiero attraversa diversi tipi di ambienti andini, tra cui la foresta pluviale e la tundra alpina. Insediamenti, tunnel e molte rovine Inca si trovano lungo il sentiero prima di arrivare alla Porta del Sole sul monte Machu Picchu. I due percorsi più lunghi richiedono un’ascesa oltre i 4.200 metri.
La preoccupazione per la frequentazione eccessiva ha portato il governo peruviano a porre un limite al numero di persone che possono percorrere questo sentiero per stagione e a limitare drasticamente le aziende che possono fornire guide. Di conseguenza, la prenotazione anticipata è obbligatoria. Sul sentiero sono ammesse al massimo 500 persone ogni giorno, di cui solo 200 sono trekker, il resto guide e facchini.

Cos’è l’Inca Trail?

  • Un percorso escursionistico di 43 chilometri attraverso un’antica rete di sentieri realizzati dagli Incas.
  • Partenza a Pisqacucho, vicino alla città di Ollantaytambo a Cusco. Meta  è l’Intipunku (Puerta del Sol) nella città Inca di Machu Picchu.
  • È considerato tra i 5 migliori sentieri escursionistici del mondo.

Gli Incas costruirono circa 23 mila km di strade su tutto il loro territorio. 


 

Quando

Da giugno ad agosto è il periodo migliore, ma si può percorrerlo, con abbigliamentoed equipaggiamento adeguato, in ogni periodo dell’anno. A febbraio è chiuso per manutenzione e per le abbondanti precipitazioni che rendono di fatto impraticabile l’escursione.

Altitudine

Varia in modo significativo e le persone spesso lottano con il mal di montagna, soprattutto se non hanno trascorso molto tempo a Cusco prima di percorrere il sentiero.
Cusco si trova a 3.200 metri ed è già significativamente più alto dello stesso Machu Picchu, sebbene molte sezioni del Cammino Inca siano molto più alte.
A partire da 2.600 metri, il primo giorno il sentiero sale a 3.300 metri. Il secondo giorno sale sul passo di Dead Woman, il punto più alto del Cammino Inca a 4.200 metri. Poi il sentiero scende nuovamente a 3.600 metri. E poi fino ad arrivare a Machu Picchu a 2.430 metri.

La meta

Machu Picchu, la cittadella inca del XV secolo a 2430 mt nella valle del Río Urubamba. Considerata centro politico, religioso e amministrativo, recentemente è stata fatta l’ipotesi che fosse una residenza reale di campagna.
Si pensa che vi vivessero circa 500 abitanti.

Permessi

A causa della sua popolarità, il governo peruviano ha istituito numerosi controlli per ridurre l’impatto umano sul sentiero e all’interno della città antica. Il più notevole è un sistema di quote, introdotto nel 2001, in base al quale solo un determinato numero di persone (inclusi escursionisti, portatori e guide) sarebbe autorizzato a fare escursioni lungo il Cammino Inca ogni giorno. Questo sistema è ancora in vigore; chiunque desideri percorrere il Cammino Inca deve ottenere un permesso in anticipo. A partire dal 2016, vengono rilasciati 500 permessi al giorno. Tutti i permessi dell’anno vengono rilasciati in ottobre e vengono venduti in base all’ordine di arrivo.
I permessi si esauriscono rapidamente, in particolare quelli per l’alta stagione. Il governo ha anche imposto che ogni trekker sul sentiero debba essere accompagnato da una guida. A causa di questa regola, i permessi possono essere ottenuti solo tramite un tour operator registrato dal governo. Tutti i permessi sono accoppiati con un passaporto individuale e non sono trasferibili. Il governo controlla da vicino il sentiero; ci sono diversi punti di controllo lungo il sentiero.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button