Unicorno sui Sibillini? È un capriolo con mutazione genetica

unicorno sibillini

Sui Monti Sibillini un unicorno? No, trattasi di un giovane capriolo con una mutazione genetica. L’anmale è stato ripreso da una videotrappola – una telecamera nascosta nella vegetazione – mentre pascola di giorno, e di notte mentre è in compagnia di altri animali. Si tratta di un esemplare rarissimo e si può pure ipotizzare che casi del genere abbiano potuto ispirare, in passato, il mito dell’unicorno.

“Il corno unico potrebbe essere dovuto a una malformazione – spiega l’etologo Enrico Alleva – un errore genetico. In natura esistono casi come questo”.

Si tratta di un capriolo di circa 1 anno, immortalato grazie ad una foto di Giuseppe Chiavari

L’unicorno è simbolo di purezza e castità, venne rappresentato anche su emblemi e stemmi. Ma era già molto diffuso nelle raffigurazioni di civiltà antichissime, come i Sumeri. Ed è ancora oggi presente nella letteratura e nel cinema: in Harry Potter e la Pietra Filosofale, ad esempio, il sangue di unicorno ha il potere di rendere immortali. Leggenda nella leggenda: l’avvistamento sui Sibillini non è lontano dalla grotta della Sibilla, appunto un regno fatato, in cui vivevano creature meravigliose. .

© 2017, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button