Università della Tuscia attiva master “Governance delle zone montane italiane”

“Governance delle zone montane italiane (Area Appenninica)”: è il master di I livello attivato dal Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università degli Studi della Tuscia, organizzato in collaborazione con il Dipartimento degli Affari Regionali e le Autonomie (DARA) della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Un corso volto a formare esperti

nei processi di sviluppo

dei territori montani. 

 

UNITUS Investire nel capitale umano, inteso soprattutto come cultura, risulta fondamentale per facilitare lo sviluppo dei territori montani. Spesso i piccoli comuni delle aree montane italiane scarseggiano in forze e competenze adeguate a consentire l’elaborazione di proposte progettuali da candidare a bandi regionali, nazionali ed europei finalizzati a sostenere processi d’innovazione e sviluppo territoriale. Si richiede la presenza sul territorio di “facilitatori dello sviluppo” che abbiano un’approfondita conoscenza del contesto d’intervento e siano capaci di operare e interagire con il tessuto socioeconomico e amministrativo delle aree montane, accompagnandole nell’attuazione dei progetti, oltre che nella fase di progettazione e candidatura per il “fund raising”. La proposta formativa nasce dall’esigenza di colmare una lacuna che penalizza le realtà locali periferiche.

Obiettivi formativi del Master

  • Approfondire la conoscenza delle caratteristiche del contesto montano, dai principali aspetti territoriali a quelli socioeconomici, culturali, giuridico-amministrativi, ecc., sia a livello nazionale che europeo;
  • Approfondire le conoscenze in materia di “fragilità” dei territori montani, sia con riferimento alle caratteristiche ambientali e naturali del territorio stesso, sia con riferimento a tutta la normativa inerente alla tutela, la conservazione e il restauro degli ambienti naturali e della biodiversità in essi contenuta, con specifica enfasi su quelli appenninici e mediterranei;
  • Perfezionare le abilità di lettura e di interpretazione del contesto, dall’individuazione delle risorse specifiche alla gestione delle relazioni e delle dinamiche di gruppo in realtà complesse come quelle montane;
  • Acquisire conoscenze sui potenziali processi innovativi realmente applicabili ai territori montani, ovvero la rete di soggetti, nazionali e internazionali, pubblici e privati, impegnati nei processi di sviluppo e governance dei territori montani;
  • Rafforzare le conoscenze tecnico-professionali, utili a orientarsi nel panorama dei programmi di finanziamento per la progettazione specifica per i bisogni dei contesti di montagna;
  • Ottimizzare le competenze per la costruzione, l’individuazione e l’interazione efficace con le reti locali nazionali e internazionali per la costruzione dei partenariati strategici;
  • Acquisire conoscenze sulla stesura di progetti di sviluppo e valorizzazione dei territori montani;
  • Approfondire le fasi specifiche di gestione dei programmi finanziari europei e internazionali;
  • Acquisire conoscenze e competenze nell’elaborazione di azioni di monitoraggio dell’attuazione dei progetti.

Info sul Master

Il Master avrà durata annuale, con avvio a novembre 2022. Il percorso completo prevede 1500 ore di formazione (60 CFU) ripartite tra didattica frontale (prevalentemente telematica a distanza), stage da svolgersi presso enti locali e soggetti attivi nei settori della progettazione di iniziative di sviluppo dei territori montani, e una prova finale. 

Per la partecipazione è richiesto un diploma di laurea triennale. 30 il numero massimi di ammessi, 20 le borse di studio previste a copertura totale dei costi di iscrizione, pari a € 4000, aggiuntive di importo pari a € 1.500,00, per attività sul terreno e fuori della sede prevista.

Il Master arricchisce l’offerta formativa presso la sede di Rieti del Dipartimento per l’A.A. 2022/2023, affiancando il corso di laurea triennale in Scienze della Montagna (SM) e il corso di laurea magistrale in Gestione Digitale Dell’Agricoltura e del Territorio Montano (GEDAM). Presso la sede all’ombra del Terminillo viene così ad essere attivato un percorso di studi dedicato alla montagna, unico nel panorama dell’Italia peninsulare e specializzato sui territori montani del bacino del Mediterraneo.

BANDO E MODULO DI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

 

Scadenza presentazione domande: 30 settembre 2022 h. 13:00

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button