Valanga a Livigno, morto snowboarder 23enne

Travolto mentre scendeva fuoripista lungo un canalone. Illeso il compagno

È morto all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo il giovane lombardo travolto stamattina da una valanga, mentre scendeva fuoripista con lo snowboard lungo un canalone a Livigno. La vittima, 23 anni, era originaria di Breno, in provincia di Brescia. L’amico che era con lui, poco più giovane, è uscito quasi illeso dall’incidente.

Sul drammatico episodio indagano il Sagf-Soccorso Alpino della Guardia di finanza di Bormio con i carabinieri di Livigno.

Il ragazzo era stato estratto dalla neve in gravi condizioni dopo esser stato travolto dalla valanga che si è staccata nella ski-area del Carosello 3000.

L’incidente

Il giovane stava praticando snowboard fuoripista con un amico, nei pressi del canalino Rin da Gien, a 2200 metri di quota, quando si è staccata una valanga e ha travolto uno dei due. La massa di neve aveva un fronte di una trentina di metri e uno sviluppo di circa cinquanta. I due ragazzi erano ben attrezzati e l’amico ha dato l’allarme, inoltre ha messo subito in atto le procedure di primo soccorso. Sul posto sono arrivati prima l’elicottero di Caiolo e poi quello di Bergamo di Areu – Agenzia regionale emergenza urgenza, oltre alle squadre del Cnsas di Livigno e il personale del soccorso piste del Carosello 3000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button