Valanga sullo Jof di Montasio, morti due scialpinisti

La valanga a quota 2mila metri. Un terzo si è salvato per miracolo e ha lanciato l'allarme. Le vittime erano esperte, una era aspirante guida alpina

Due persone risultavano disperse dopo essere state travolte da una valanga che si è staccata ieri dallo Jof di Montasio, nel versante nord-est, tra Malborghetto Valbruna e Chiusaforte (Udine), a una quota di circa duemila metri (Jof Fuart). I dispersi, purtroppo, sono morti.
A lanciare l’allarme è stato un terzo escursionista che è stato sfiorato dalla massa di neve.

Stavano praticando fuoripista Il terzo sciatore, pare si sia salvato solo grazie a una breve sosta che stava facendo durante la discesa.

Sul posto sono arrivati gli operatori del Soccorso alpino del Friuli Venezia Giulia e della Guardia di Finanza, oltre a 4 elicotteri e a squadra dei vigili del fuoco.

Le vittime

Le due vittime erano del posto ed erano considerate molto esperte. I corpi dei due escursionisti sono stati recuperati alla base della parete, a circa 600 metri di dislivello dal punto in cui erano stati travolti.

Si tratta di Carlo Picotti, 36enne di Cividale del Friuli, aspirante guida alpina, e di Federico De Luisa, 41enne di Udine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button