Valanghe travolgono bus e soccorritori in Turchia: 38 morti e 50 feriti

L'accaduto nella provincia orientale turca di Van. Sinora salvate 30 persone

NELLA NOTIZIA
  • Trenta soccorritori sono stati estratti vivi o sono riusciti a mettersi in salvo da soli e sono stati ricoverati in ospedale

Tragedia in Turchia: due valanghe ha provocato almeno 38 morti e una cinquantina di feriti e il bilancio è ancora provvisorio. Le valanghe hanno colpito nel giro di poche ore un bus e poi i soccorritori intervenuti per salvare gli occupanti del mezzo. L’accaduto nella provincia orientale turca di Van. Questo è quanto diramato sinora dalla protezione civile turca.
Martedì scorso altra valanga nella stessa zona aveva provocato la morte di cinque persone.

I soccorsi

Sul posto sono presenti in tutto 153 soccorritori con 17 mezzi, tra personale della protezione civile, della gendarmeria e vigili del fuoco. Sinora sono state salvate più di 30 persone.

Nella zona colpita si è recato il ministro dell’Interno turco, Suleyman Soylu. Gli operatori dei servizi di emergenza erano stati chiamati lungo l’autostrada vicino alla città circondata dalle montagne di Bahcesaray, al confine con l’Iran, dopo la valanga di martedì che aveva ucciso cinque persone.

Trenta persone salvate

Trenta soccorritori sono stati estratti vivi o sono riusciti a mettersi in salvo da soli e sono stati ricoverati in ospedale, ha fatto sapere il ministero dell’Interno, ma le loro condizioni non sono note.

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button