Vuoi essere gestore del Rifugio Cesare Battisti sull’Appennino Reggiano?

Il Cai Reggio Emilia cerca un gestore per il rifugio Cesare Battisti nell’alto Appennino Reggiano

La Sezione Cai di Reggio Emilia cerca un gestore per il Rifugio Cesare Battisti, di cui è proprietaria.

Il rifugio è situato nei pressi di Lama Lite, a 1765 m, nell’alto Appennino Reggiano, in una delle zone più belle del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano. Il “Battisti” è una bella e solida costruzione in sasso, ben inserita nell’ambiente circostante, tra i massicci del Cusna e del Monte Prado, poco distante dal crinale tosco-emiliano.


E’ dotato di oltre 40 posti letto, due sale per la ristorazione, servizi, acqua corrente, elettricità da pannelli solari. Il rifugio, inaugurato nel 1970 e ampliato nel 2007, è al centro di una importante rete sentieristica tra Emilia e Toscana. E’ raggiungibile per comodi sentieri da Ligonchio, Febbio, Pian del Monte, Civago, dal Passo di Pradarena e dal Passo delle Radici, e dalla Toscana dal Casone di Profecchia e dal Rifugio La Foce sopra Sillano.

E’ punto tappa del Sentiero Italia Cai, dell’Alta Via dei Parchi, del Sentiero Spallanzani e del Garfagnana Trekking.

E’ accessibile tramite una strada forestale solo per i mezzi di servizio. Il rifugio tutto l’anno è una base ideale per gli appassionati della montagna, per chi pratica escursionismo, alpinismo invernale, scialpinismo, escursionismo con le ciaspole, sci di fondo escursionistico, cicloescursionismo con MTB, turismo equestre.
Chi è interessato a candidarsi per la gestione (impresa singola, società o cooperativa), deve contattare il Cai Reggio Emilia entro il 31 gennaio alle email segreteria@caireggioemilia.it o presidente@caireggioemilia.it, specificando le caratteristiche del richiedente, competenze ed esperienze pregresse nella gestioni o di lavoro in rifugi, ostelli, ristoranti o altre strutture ricettive. Agli interessati verrà inviato il capitolato relativo alla gestione del rifugio, che dovrà iniziare dal 1 maggio 2020.

rifugio cesare battisti

Il Rifugio

Alla quota di 1761 m s.l.m, il Rifugio Battisti sorge nel cuore dell’Appennino tosco-emiliano, tra i boschi dell’Abetina Reale, la Catena del Cusna (la cui vetta è la più alta dell’Appennino reggiano) e il crinale appenninico.
Raggiungibile dalla strada che collega Civago con Ligonchio, esso si trova in località Lama Lite, in una dolce vallata in prossimità dell’antica via maremmana, circondata da boschi di faggi e ampi prati, luoghi, un tempo, di pascoli estivi.

LA STORIA DEL RIFUGIO

L’accesso al Rifugio Battisti è esclusivamente pedonale e i sentieri che lo collegano partono dai vicini paesi di Febbio, Civago, Ligonchio e dalla Toscana. Numerosi sono anche i percorsi che da qui partono che conducono al bel laghetto Bargetana situato appena sopra al Rifugio a soli 30 minuti, o alle cime del Prado e del Cusna, più impegnative ma dai paesaggi incantevoli.

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags
Show More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close