Zhang Hong, primo asiatico cieco in vetta all’Everest

Prima di lui solo altri due ci sono riusciti, l'americano Erik Weihenmayer e l'austriaco Andy Holzer. E ora sotto con le Seven Summit. La sua vita diventa anche un film

Il cinese Zhang Hong è diventato il primo alpinista asiatico cieco in vetta all’Everest. 46 anni, è giunto in vetta con la sua guida, Qiang Zi, e tre sherpa, Lhakpa Sherpa, Dawa Wongchu Sherpa e Samden Bhote.

Sono cieco, ma almeno non ho paura delle altezze.

Zhang Hong non è il primo a realizzare questa impresa, altre due persone cieche sono salite in cima all’Everest: l’americano Erik Weihenmayer (2001) e l’austriaco Andy Holzer (2017).

Le salite di Zhang Hong sono tutte seguite da un regista cinematografico, Fan Lixin. La sua storia entrerà nei cinema nel 2022.

Zhang Hong Nella mia vita, anche se sono cieco, sapevo di poter affrontare qualsiasi sfida. Quando sono in montagna, anche se non riesco a vedere, sono emozionato per la bellezza della natura. Superare la zona della morte e raggiungere la vetta mi ha fatto sentire una piccola parte di madre natura.

Ma il suo viaggio non termina qua. Zhang Hong è intenzionato a scalare le Seven Summits.

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button