A Gstaad la neve cade dall’elicottero

Le scarse nevicate stanno mettendo in difficoltà i comprensori sciistici svizzeri. E c’è chi corre ai ripari. Come riporta il media online “Hauptstadt” (news ripresa dal altre testate elvetiche) il comprensorio di Gstaad ha deciso di far cadere la neve da un elicottero allo scopo di garantire che la pista di collegamento tra Zweisimmen e Saanenmöser possa essere mantenuta aperta

Ma il tentativo non ha funzionato, ha ammesso il CEO Matthias In-Albon. La quantità di neve trasportabile per volo era troppo esigua e il carico e lo scarico erano troppo complicati. Ora la neve viene spostata di nuovo con i battipista.

 

Niente neve, impianti chiusi

A causa della scarsità di neve la metà degli impianti di risalita svizzeri sono attualmente fermi. Lo indica il Bollettino neve pubblicato da Svizzera Turismo relativo a 221 stazioni sciistiche. Ovviamente sono gli impianti situati alle quote più basse ad essere chiusi, in particolare nell’Arco giurassiano e nelle Prealpi. In alta quota la situazione è diversa, come nel comprensorio di Zermatt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Back to top button