Allerta massima per valanghe sulle Alpi svizzere

Nell'ultimo periodo se ne contano una cinquantina. Pesante il bilancio: in Tirolo 5 vittime, morto snowboarder a Davos, è andata meglio a 5 sciatori a Solden, un fuoripista costato carissimo a Scoul, tre militari travolti a Lenzerheide, slavina investe un treno...

Massima attenzione sulle Alpi svizzere per il pericolo valanghe. Negli ultimi giorni sono state tante le slavine staccatesi e purtroppo il bilancio è pesante. Solo in Tirolo se ne sono contate 13. Su tutto l’arco alpino elvetico 45.
La valanga in Tirolo (al confine tra Austria e Svizzera) è quella col bilancio più pesante in termini di vittime. Cinque.

 

LEGGI ANCHE Valanga in Tirolo, 5 morti

 

Le valanghe

  • A Soelden, sul ghiacciaio di Rettenbach, un’altra valanga ha travolto un gruppo di 5 sciatori durante un fuoripista. Sono stati tratti tutti in salvo e trasportati nelle cliniche di Zams e di Soelden e Murnau in Baviera.
  • È notizia di ieri che uno snowboarder è stato trovato morto giovedì sera a Davos, nel comprensorio sciistico di Parsenn. L’allerta per la scomparsa del 43enne era scattata alle 16.30, quando l’uomo non si presentato all’appuntamento fissato con la famiglia. Le ricerche hanno permesso di individuare il suo corpo senza vita sotto un metro di neve in una zona fuori dalle piste battute.
  • Sempre giovedì un altro uomo aveva perso la vita travolto da una valanga mentre sciava fuori pista a Scuol.
  • Nei giorni scorsi una valanga ha travolto tre soldati del centro di competenza servizio alpino dell’esercito. È accaduto nei pressi di Lenzerheide. Un miliare è stato ricoverato in condizioni critiche ed è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Per gli altri è andata meglio. Stavano effettuando rilievi proprio per prevenire incidenti da valanga.
  • Altra valanga ha travolto due persone che stavano facendo sci di fondo sul fondovalle del Goms, nell’Alto Vallese. L’imponente massa di neve si è staccata dalle pendici circostanti, a una quota di 2.100 metri, e si è abbattuta sulla pista Lööwene, travolgendo un uomo di 79 anni e una donna di 73 domiciliati nella Svizzera tedesca.
  • Dramma sfiorato tra il Col de Soud e il Col de Bretaye, nel canton Vaud. Alcuni giorni fa una slavina ha investito l’ultima carrozza di un treno della linea Bex-Villars-Bretaye (Bvb), facendola ribaltare, fortunatamente senza causare feriti. A bordo del convoglio c’era solo il macchinista, rimasto illeso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button