Anche sull’Everest elicotteri portano materiale ai campi alti

Dopo l'Annapurna le spedizioni commerciali pianificano tale pratica anche sul Tetto del mondo portando corde a C2

Dopo l’Annapurna, elicotteri anche ai campi alti dell’Everest. Ormai diventa consuetudine la pratica di rifornire di materiali i campi alti per preparare la via. Era successo il mese scorso sull’Annapurna e ora accade anche sul Tetto del Mondo. Si stanno utilizzando, infatti, gli elicotteri per consegnare corde ai campi più alti.

Everest: elicotteri a C2

Kami Rita Sherpa e un team Sherpa di 12 uomini, come fa sapere explorersweb, hanno lasciato il campo base ieri per riparare le corde dal campo 4 alla vetta dell’Everest. Tuttavia, non avranno bisogno di portare su queste corde. Mingma Sherpa, infatti, ha dichiarato a The Himalayan Times che un elicottero ha già depositato le corde al Campo 2.

Il caso Annapurna

Già all’indomani di quanto accaduto sull’Annapurna si aprì un aspro dibattito su questa nuova pratica che pone dubbi sull’etica e la correttezza nella pratica dell’alpinismo.

I francesi che erano presenti sull’Annapurna, una volta tornati in patria affermarono che Lachernal si sarebbe girato nalla tomba.

 

LEGGI ANCHE Batard: “Quanto successo sull’Annapurna? Lachenal si girerebbe nella tomba”

 

Da un punto di vita pratico, logico, questa pratica è utile a chi lavora sulla montagna. Agli sherpa. Aumenta la sicurezza e fa risparmiare tempo e denaro. E poi bisogna fare in fretta perché c’è il rischio che, causa Covid, il Governo chiuda tutto e la giostra-Everest debba chiudere all’improvviso.

Ma c’è una differenza sostanziale tra quel che è successo sull’Annapurna alcune settimane fa e quel che sta accadendo ora sull’Everest. Sull’Annapurna non fu nulla di pianificato, ma l’utilizzo dell’elicottero risolse un errore di calcolo sulla quantità di corda necessaria. Gli sherpa arrivarono a C4 e si resero conto che occorreva altra corda per le condizioni della montagna. Adesso la cosa è ben diversa: è stata studiata a tavolino. E ciò fa pensare che ormai diventerà pratica usuale sugli Ottomila.

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button