Annapurna: prima invernale di Kukuczka e Hajzer

Accadde oggi: la prima invernale dell’Annapurna. L’Annapurna (in sanscrito, dea dell’abbondanza) è un massiccio montuoso situato nel Nepal centrale (Himalaya). Lungo circa 55 km, è il decimo monte più alto della Terra con la cima più alta, l’Annapurna I, che raggiunge i 8.091 m s.l.m. È stato il primo ottomila ad essere conquistato dall’uomo, ma è considerato, insieme all’ultimo tratto del K2, quello più pericoloso, in quanto detiene il più alto rapporto tra numero di incidenti mortali e ascensioni tentate, superiore al 40%.

E siamo alla prima ascensione invernale che fu realizzata da Jerzy Kukuczka e Artur Hajzer il 3 febbraio 1987. Kukuczka guidava la spedizione polacca di cui facevano parte anche Wanda Rutkiewicz e Krzysztof Wielicki.

Per la salita scelsero la via dei primi salitori. Giunti al campo base verso la metà di gennaio, spinti da una buona finestra meteo, si diedero subito da fare sulla montagna. Il 31 gennaio raggiunsero i 6.800 mt, a campo 4. Da lì Kukuczka e Hajzer continuarono a salire a 7.400 metri di campo 5. Era il 3 febbraio quando attaccarono la vetta. Alle ore 16:00 la raggiungono. Scendono col buio…

Per Kukuczka si trattava della terza prima invernale di un ottomila, dopo il Dhaulagiri (1985) e il Kangchenjunga (1986), o della quarta, considerando l’ascesa come secondo team del Cho Oyu (1985).

Il massiccio dell’Annapurna comprende 6 cime principali:

Annapurna I di 8.091 m.
Annapurna II di 7.937 m.
Annapurna III di 7.555 m.
Annapurna IV di 7.525 m.
Gangapurna di 7.455 m.
Annapurna Sud di 7.219 m.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button