“Assassinio sul Cervino” di Glyn Carr. Mistero sulla Gran Becca

Romanzo ad alta tensione (Mulatero Editore) della Collana Brividi con introduzione di Hervé Barmasse

Ricco di colpi di scena, brillante e coinvolgente nella sua trama, stupisce per l’accuratezza delle descrizioni paesaggistiche e alpinistiche che Frank Showell Styles, l’autore del libro con lo pseudonimo di Glyn Carr e ottimo scalatore inglese, usa per arricchire un libro che potrebbe essere inserito tra i capolavori della letteratura di montagna.

Hervé Barmasse

 

IL LIBRO

Assassinio sul Cervino
La Copertina

È in partenza per le vacanze, il grande attore teatrale Abercrombie Lewker. Per lui, appassionato alpinista, il riposo è in montagna, stavolta a Zermatt, per qualche salita di allenamento prima di tornare sul Cervino. Ma il suo ex capo del Settimo dipartimento dei Servizi segreti vuole invece affidargli un’indagine, come ai vecchi tempi. Dovrà discretamente tenere d’occhio Léon Jacot, già compagno d’arme e ora uomo politico emergente nella Francia del dopoguerra. Alpinista lui pure, ha in animo di battere il primato di salita sulla cresta nord est del Cervino. Qualche giorno dopo Lewker ne trova il corpo sul Matterhorn Gletscher.
Una tragedia alpinistica o un omicidio? Un’altra avventura in quota per il Geniale Detective Dilettante, che impedisce di chiudere il libro fino alla fine.
Gli scritti di Carr sono dei piccoli capolavori, dal doppio punto di vista. L’autore è un attento, pregevole, inuzioso scrittore oltre che un valido alpinista. I suoi libri, infatti, piacciono agli alpinisti proprio perché sono veri, professionali. Risultato? Libri coinvolgenti, di “avventura gialla”. E ciò è un caso raro.

 

La Collana BRIVIDI

La sua opera di gialli consta di 15 romanzi, ormai dei veri classici di genere. Tra questi 5 sono stati già  tradotti in italiano (Collana Brividi di Mulatero Editore), piano piano arriveranno gli altri gli altri.

I Titoli

  • Morte dietro la cresta (Death on Milestone Buttress, 1951) ambientato nelle falesie di Snowdonia, nel Galles del Nord.
  • Assassinio sul Cervino (Murder on the Matterhorn, 1951) col fascino della Grande Becca e di Zermatt.
  • Un cadavere al campo due (A Corpse at Camp Two, 1955), si va in Himalaya.
  • Il picco delle streghe (The Youth Hostel Murders, 1952) in Gran Bretagna tra i monti e i laghi del Cumberland, nel nord-ovest dell’Inghilterra.
  • Sangue sul Monte Bianco (The Ice Axe Murders, 1958), scenario è il Tetto d’Europa.

 


AUTORE: Glyn Carr
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2018
COLLANA: Brividi
NUMERO DI PAGINE: 311
CONFEZIONE: brossura fresata
CARTA: book creamy 70 gr
FOTOGRAFIE: no
PESO: 0.4 kg
TRADUZIONE: 1^ traduzione italiana, a cura di Paola Mazzarelli
COPERTINA: Michele Vitale
EDITING E ADATTAMENTO: Leonardo Bizzaro
PREZZO: 19 euro

 

ACQUISTA SU MULATERO

 


L’AUTORE

GLYN CARR è lo pseudonimo di Frank Showell Styles (Birmingham 1908 – Bangor 2005). La giovinezza tra le colline del Galles del nord lo fa appassionare alla montagna. La Seconda Guerra Mondiale lo vede nelle file della Royal Navy, nelle acque del Mediterraneo, ma non perde occasione per camminare e arrampicare ad ogni licenza. Collaboratore del Punch, firma decine di libri con il suo vero nome, ma anche con gli pseudonimi C.L.Inker e Glyn Carr. In quest’ultima veste è il prolifico autore di una quindicina di avventure del detective dilettante Abercrombie Lewker, ambientate sulle falesie gallesi come nella valle austriaca dello Stubai, in Norvegia e sul Cervino.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button