Dettagli e foto dell’impresa degli ucraini sulla cresta SE dell’Annapurna III

Vyachesla Polezhayko, Nikita Balabanov e Michail Fomin dopo 40 anni di tentativi da parte di molti alpinisti sono riusciti a salire l'inviolata e difficilissima cresta

Nei giorni scorsi la notizia dell’impresa del team ucraino (Vyachesla Polezhayko, Nikita Balabanov, Michail Fomin) sull’inviolata cresta sud-est dell’Annapurna III (7.555 metri). Fu tentata per la prima volta nel 1981.
La cresta sud-est dell’Annapurna III ha una lunga storia. Lunga 40 anni. È stata per 4 decenni un problema irrisolto dell’Himalaya. Ci hanno provato in tanti, compresi David Lama, Hansjörg Auer e Alex Blümel. Era il 2016.

 

 

I Dettagli

Dettagli e foto sono stati pubblicati dall’alpinista Taras Pozdnii, riuscito a contattare Balabanov a Kathmandu.

 

Le info

  • Via: 2800-3000 metri della parete più ripida, quasi verticale, della Cresta Sud-Est dell’Annapurna III.
  • La vetta è stata raggiunta il 6/11/2021.
  • Hanno perso un totale di 40 chili in tre.
  • Sono riusciti a salire soltanto di 100 metri al giorno.
  • Avevano scorte di cibo per 12 giorni
  • La salita e la discesa sono durate 18 giorni
  • Per 4 giorni si sono nutriti solo di una barretta e mezza
  • Al penultimo giorno era finito cibo e gas
  • Tutti i giorni, dalle 10 alle 18, il tempo peggiorava, con nevicate e vento forte. 
  • La discesa, stando ai loro piani, sarebbe  dovuta avvenire verso Manang, ma hanno riferito di essersi resi conto che con un tale vento non sarebbero bastate le forze per percorrere 3,5 km lungo la cresta a un’altitudine di 7300m o più. Quindi sono scesi verso il campo base Sud dell’Annapurna.

Per tre giorni siamo scesi quasi alla cieca, fino a quando siamo arrivati a 5400 m, dove tutta la parte difficile era ormai alle spalle.

 

  • L’elicottero li ha prelevati a quota 5000 mt.
  • Hanno riportato congelamenti alle dita, nulla di grave.
  • Hanno riferito di avere dolori su tutto il corpo.

Le foto

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button