Écrins, via normale sconsigliata per caduta seracchi. Ieri un morto e tre feriti

Tragedia familiare: morto un 32enne, feriti padre, compagna e un altro alpinista

Sconsigliata la via normale agli Écrins (Dôme de Neige e Barre des Écrins). I seracchi minacciano l’itinerario, e quest’anno sono molto attivi. Ieri l’altro un morto e tre feriti. Impossibile individuare un passaggio alternativo.

La tragedia è avvenuta tra le 9:30 e le 10, erano nella parte bassa della via normale della Dôme des Ecrins (Vallouise-Pelvoux). Due cordate, alcuni dei quali appartenenti alla stessa famiglia. All’improvviso i seracchi hanno ceduto e hanno colpito gli alpinisti.

I soccorsi

I soccorritori del CRS Alpes de Briançon, rafforzati dai loro colleghi dell’Alpe d’Huez, non hanno potuto far altro che constatare la morte del giovane 32enne. Erano le 11 di mattino. Le cordate stavano scendendo.

Con lui c’era il padre, 57 anni. Rimasto ferito alla schiena dalla caduta di questi grandi blocchi di ghiaccio. La compagna del giovane morto ha riportato lesioni all’avambraccio destro. Anche il quarto scalatore, un uomo, è stato curato dai soccorritori, con problemi respiratori.

L’indagine

Aperta un’indagine per omicidio colposo con l’obiettivo di indagare sulle cause della morte del giovane scalatore. È affidato al CRS Alpes de Briançon.

L’escursione non sarebbe stata supervisionata da un professionista. I membri della famiglia  provengono dal Nord e dal Passo di Calais.

 

leggi anche Escursionista austriaco muore su Dolomiti di Sesto

 

La prefettura sconsiglia di prendere l’itinerario.

La montagna è attualmente molto pericolosa – avverte il sindaco di Vallouise-Pelvoux, Jean Conreaux – Con il riscaldamento, i seracchi cadono facilmente. Allo stesso modo, un alpinista di 60 anni ha subito un recente trauma cranico a causa della caduta di pietre.

foto

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button