Il Re della Grigna Claudio Ghezzi muore sulla sua montagna

Il 69enne dei record (5.600 salite sul Grignone) è precipitato stamattina dalla ferrata Sasso dei Carbonari

È morto l’alpinista Claudio Ghezzi. Il Re della Grigna. Se n’è andato sulla montagna che tanto amava. Ghezzi, 69 anni, originario di Missaglia, era conosciutissimo da quelle parti. Il Grignone lo conosceva memoria, oltre 5.000 salite (5.600). 40 anni e oltre di salite. Ma stamattina qualcosa è andato storto. La tragedia sulla ferrata al Sasso dei Carbonari.

Dalle notizie che si hanno sinora, pare che Ghezzi sia precipitato dalla via attrezzata dopo aver poggiato il piede su una roccia instabile. Era con un gruppo di persone.

 

LEGGI ANCHE Alex Torricini: “Ogni volta che Claudio Ghezzi arrivava era una festa”

L’allarme

L’allarme è scattato poco dopo le 12.30. in volo verso i Carbonari si è alzato l’elicottero del 118 da Como insieme ai tecnici del Soccorso Alpino di Lecco. Purtroppo per Ghezzi non c’è stato nulla da fare. L’impatto è stato terribile. La ferrata, dove erano presenti numerosi escursionisti, è stata fatta evacuare e le persone accompagnate a valle.

Claudio Ghezzi

Ghezzi era molto noto nel mondo della montagna per il record di ascensioni sulla Grigna Settentrionale, più di 5.600 volte dal 1975 a oggi. Aveva esperienze di alpinismo internazionale. Nel 1991 partecipò a una spedizione in Bolivia. È stato otto volte in Nepal, e poi in Pakistan, Cina, Tibet, Perù, Cile.

I messaggi

Tanti sul web e sui social hanno lasciato un messaggio di addio a Claudio, soprattutto sul gruppo Facebook  del Rifugio Brioschi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button