“Ogni volta che Claudio Ghezzi arrivava era una festa”

Il gestore del Rifugio Brioschi sul Grignone, Alex Torricini, ricorda Claudio Ghezzi: "Ho sentito dentro di me un boato come se fosse crollata mezza montagna"

Tragedia oggi sul Grignone. Claudio Ghezzi, 69 anni e 5600 salite sulla Grigna Settentrionale, è precipitato e morto sulla sua montagna.

LEGGI ANCHE Il Re della Grigna Claudio Ghezzi muore sulla sua montagna

 

Abbiamo chiesto un pensiero, un ricordo di Claudio a chi lo conosceva bene, a chi lo aspettava pressoché tutti i giorni a 2.410 metri di quota.
Il gestore del Rifugio Brioschi, Alex Torricini:

La sua Grigna se l’è preso e questo è un fatto che va accettato e anche se fa male, rispettato. Per noi qui non so come sarà senza il Claudio. Ho sentito dentro di me un boato come se fosse crollata mezza montagna. Non posso dire come mi sentirò in futuro senza il Claudio perché fino a qualche attimo fa era qui. Ogni volta che arrivava era una festa e lo sanno tutti i ragazzi che hanno lavorato con me in Brioschi in questi anni. Se tardava ci domandavamo dove fosse e lo chiamavamo al telefono. Stamattina non rispondeva, e non risponderà più.
Quando sentirò la sua mancanza penserò che è parte di questa montagna, e cercherò conforto nei sassi e nelle guglie. Se questi sassi e queste guglie potessero, mi racconterebbero del Claudio perché lo conoscevano bene.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button