L’Alta Via dei Monti Liguri.
Dove Alpi e Appennino s’abbracciano al mare

Un diario di viaggio (Terre di Mezzo Editore) che racconta e ispira, ma che serve anche da guida con tutte le informazioni necessarie a chi vuole mettersi in cammino. Da Ventimiglia fino a Ceparana (La Spezia) in 440 chilometri

La Liguria a passo lento, da Ponente a Levante

 

Un’avventura rimandata da anni, ma che ora diventa possibile per tutti. Anche per persone non più giovani che, legate da un’amicizia con Riccardo Carnovalini, si mettono in cammino su uno dei percorsi più attraenti d’Italia, dove Alpi e Appennini si uniscono nell’abbraccio assiduo del mare.
Quattro settimane, quattrocento chilometri: un viaggio di scoperta che si può vivere, come i nostri protagonisti, anche cento chilometri alla volta. L’Alta Via è la più bella, la più facile, la più lunga e suggestiva terrazza panoramica del Mar Tirreno.

 

IL LIBRO

L'ALTA VIA DEI MNTI LIGURI
La Copertina

Da Ventimiglia fino a Ceparana (La Spezia) in 440 chilometri: la vista del mare è quasi costante ma il cammino è, a tutti gli effetti, un percorso di montagna, lontano da paesi e civiltà. Culmina con i 2.200 metri del monte Saccarello, la vetta più elevata della Liguria. Il racconto fa da introduzione a un cammino tra i più spettacolari d’Italia in cui si va dalla macchia mediterranea alla vegetazione alpina, con panorami mozzafiato. Il libro ci parla di un sogno: quello di un gruppo di persone non più giovani che si mettono insieme quasi “per caso” e camminando riscoprono legami e diventano amici.
Un “diario di viaggio” che racconta e ispira, ma che funziona anche da guida con tutte le informazioni necessarie a chi vuole mettersi a sua volta in cammino: tappe, punti ristoro, pernottamenti, luoghi da non perdere.

 

 

 


  • AUTORE: Riccardo Carnovalini, Anna Rastello, Alberto Dragone
  • EDITORE: TERRE DI MEZZO
  • COLLANA: Percorsi
  • ANNO: 2021
  • PAGINE: 160
  • EDIZIONE: 1^
  • PREZZO: € 14

 

 


Il passo del camminatore è come il dito di un bimbo che impara a leggere e segue ogni riga: a poco a poco riconosce i segni, i suoni, poi le parole e infine il senso. Camminando s’impara un linguaggio, si legge una storia, anzi la si incontra, la si attraversa, se ne diventa parte…

Terre di mezzo

 

AUTORI

Riccardo Carnovalini (1957, La Spezia), è fotografo di paesaggio e uno dei padri fondatori del cammino in Italia. Tra i suoi viaggi a piedi il Camminaitalia, il periplo completo delle coste italiane e, con Paolo Rumiz, l’Appia antica. L’ultimo suo libro, 365 volte l’Europa (Edizioni Magister, Matera) è la narrazione fotografica di un anno sempre a piedi attraverso 22 nazioni, realizzato con Anna Rastello. L’Alta Via è dove tutto è cominciato.

Anna Rastello (1962, Torino) informatica, mamma di numerosi figli e counselor, si è messa in cammino nel 2011 per una promessa, e non ha ancora smesso.

Alberto Dragone (1952, Torino) è stato direttore editoriale in De Agostini, Gribaudo, Gruppo Giunti, Touring Editore. Questo è il suo primo libro.

 

COMPRA SU TERRE DI MEZZO

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button