L’azzurro Michael Piccolruaz qualificato per le Olimpiadi di Tokyo

Grazie alla ricollocazione di due quote inutilizzate. Sarà il terzo italiano: oltre a lui Ludovico Fossali e Laura Rogora

La Francese Anouck Jaubert e l’italiano Michael Piccolruaz, grazie alla riallocazione di due quote inutilizzate, sono qualificati per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 (si terranno nel 2021 a causa del Covid-19).

Secondo il sistema di qualificazione, i posti della quota della Commissione tripartita dovevano essere assegnati entro la fine di marzo. Tuttavia, entro tale termine non è stata presentata alcuna domanda e, essendo ora alla fine di aprile, è necessario riallocare qualsiasi quota non utilizzata.

Jaubert e Piccolruaz ricevono la quota grazie al loro piazzamento ai campionati mondiali di arrampicata IFSC 2019 a Hachioji (JPN), dove hanno rispettivamente concluso all’11 ° e 14 ° piazzamento.

Anouck Jaubert si unirà ai suoi compagni di squadra Julia Chanourdie, Bassa Mawem e Mickael Mawem, facendo della Francia il terzo paese, insieme a Giappone e Stati Uniti d’America, con quattro atleti qualificati per i Giochi.

Il terzo Azzurro

Michael Piccolruaz, invece, sarà il terzo atleta italiano a qualificarsi per Tokyo 2020 nello Sport Climbing, dopo che Ludovico Fossali si è classificato 9 ° a Hachioji e Laura Rogora ha conquistato l’ottavo posto all’IFSC Combined Qualifier di Tolosa (FRA).

L’elenco completo

La riallocazione dei posti di quota non utilizzati porta il totale degli atleti qualificati alle Olimpiadi a 32-16 per sesso: l’elenco completo è disponibile sulla pagina dedicata del sito IFSC.

Gli otto slot rimanenti verranno assegnate in base al seguente programma dei campionati continentali:

Campionati Europei IFSC a Mosca (RUS), dall’1 all’8 ottobre

Campionati africani IFSC a Cape Town (RSA), data da definire

Campionati asiatici IFSC, luogo e data TBD

Campionati IFSC Oceania a Sydney (AUS), data TBD

Il Consiglio Direttivo IFSC ha recentemente deciso che il processo di qualificazione dovrà concludersi entro il 31 dicembre 2020.

fasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button