Le Alpi visitabili nel primo museo virtuale

Il portale è nato da pochi giorni, si chiama mountainmuseum.org: gallerie tematiche, luoghi, mostre virtuali, area interattiva, quiz

L’emergenza sanitaria in corso ha reso ancora più evidente la necessità per le istituzioni culturali di animare e tenere in vita la comunicazione con il proprio pubblico utilizzando nuove prospettive, tecnologie, competenze. In questo senso, la presenza online, nelle sue diverse forme, rappresenta un presidio culturale e un servizio sociale efficace in termini di condivisione e coinvolgimento.

Il Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” del Club Alpino Italiano – Sezione di Torino, ha messo online mountainmuseums.org, la prima piattaforma digitale che si propone di rendere disponibile alla comunità internazionale il patrimonio dei più importanti musei del mondo dedicati alla cultura alpina.

L’iniziativa fa parte del progetto Interreg Alcotra iAlp che, nel periodo 2017-2020, ha visto il Museomontagna collaborare con il Musée Alpin di Chamonix-Mont- Blanc alla valorizzazione delle proprie collezioni attraverso un lavoro di catalogazione e digitalizzazione in ottica di fruibilità allargata.

Scopo

Scopo del portale è riunire in un unico contenitore, organizzato per aree tematiche, i materiali catalogati e digitalizzati dai due musei per renderli accessibili a pubblici vasti e diversificati, con l’obiettivo futuro di coinvolgere altri musei e centri di documentazione dedicati ala cultura delle terre alte.

Le collezioni

Le collezioni disponibili sul sito sono una selezione di quelle sulle quali si è intervenuto grazie al progetto europeo: nello specifico il Museomontagna propone 5.000 pezzi dei circa 30.000 schedati negli ultimi due anni con iAlp.
Il patrimonio totale del Museomontagna conta oltre 500.000 beni, parte dei quali è già consultabile online, con modalità tradizionali, su CaiSiDoc, il sistema documentario dei beni culturali del Club Alpino Italiano, gestito dal Museo con la Biblioteca Nazionale CAI.

Un approccio esperienziale e divulgativo caratterizza la struttura dell’albero di navigazione e il linguaggio grafico del nuovo portale.

Accesso ai contenuti

L’accesso ai contenuti è guidato da tre macro aree principali: Gallerie tematiche, Luoghi, Mostre virtuali. Ad esse si aggiunge l’area interattiva, che permette di creare una propria galleria personale con gli oggetti favoriti via via consultati.

Selezionando una delle tre macro aree il visitatore possono esplorare i contenuti seguendo un filo conduttore, scoprire i diversi beni collegati allo specifico argomento, fino a consultarne le schede catalografiche con informazioni dettagliate.

Ad esempio, entrando nelle gallerie tematiche i percorsi spaziano da Vivere la montagna a Viaggiare sulle Alpi, da La conquista delle vette a Osservatorio della natura. Selezionando Ritratti alpini si approderà ad un elenco dei grandi protagonisti della storia dell’alpinismo, da Horace-Bénédict de Saussure al Duca degli Abruzzi, da Gaston Rébuffat a Walter Bonatti; qui, un catalogo dedicato a ogni personaggio presenta i diversi documenti a loro riferiti presenti negli archivi: dipinti, fotografie, oggetti, diari originali.

Con la stessa logica si possono esplorare luoghi come il Monte Bianco, il Monte Rosa, il Cervino, il Monviso e scoprire i materiali più interessanti che li riguardano, sempre tra quelli che i musei custodiscono nelle proprie collezioni.

Le mostre

Un’attenzione particolare merita la sezione Mostre virtuali: le esposizioni realizzate nei tre anni dai due musei sono accessibili al pubblico con un’ampia descrizione multimediale degli allestimenti e la presentazione dei beni esposti.
Per l’ultima mostra, Qui c’è un mondo fantastico. Sguardi contemporanei sugli archivi del Museomontagna, è disponibile un innovativo web catalogue, con le opere realizzate per l’esposizione, i beni delle nostre collezioni che hanno ispirato gli artisti coinvolti nel progetto, e contenuti speciali testuali e video.

I quiz

L’esperienza della piattaforma si completa nella sezione Gioca con noi, che offre una serie di divertenti quiz e, per i più piccoli, la possibilità di scaricare e colorare i disegni delle grafiche che caratterizzano il sito.

Il futuro

Mountainmuseums.org nasce nel 2020, ma è un progetto in evoluzione aperto alla partecipazione degli altri musei e centri di documentazione dedicati alla cultura della montagna, in particolare ai membri dell’IMMA – International Mountain Museums Alliance, che ha sede presso il Museomontagna ed è da esso coordinato.
L’auspicio è che possa diventare in tempi brevi un riferimento internazionale per studiosi e appassionati di cultura della montagna e uno strumento di divulgazione e promozione dell’attività svolta dai diversi musei alpini.

Museo della Montagna

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button