Le otto montagne, si gira il film tratto dal romanzo di Paolo Cognetti

Cast stellare: Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Filippo Timi ed Elena Lietti. Iniziate le riprese in Valle d'Aosta

Le otto montagne di Paolo Cognetti diventa un film. Ne davamo notizia già lo scorso mese di febbraio, ora si sa di più sul cast e le riprese sono già iniziate. In Valle d’Aosta.

Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Filippo Timi ed Elena Lietti sono i protagonisti del film Le otto montagne di Felix van Groeningen e Charlotte Vandermeersch. Tratto appunto dal libro di Paolo Cognetti, edito in Italia da Giulio Einaudi Editore e Vincitore del Premio Strega nel 2017.

Le riprese della produzione italiana – francese – belga, come si accennava, sono appena iniziate in Valle d’Aosta.

 

LEGGI ANCHE Le otto Montagne di Paolo Cognetti diventa un film

 

Il film

Una storia di amicizia, di padri e di figli e delle scelte che facciamo nella vita che ci viene data, sullo sfondo delle montagne che dobbiamo scalare fisicamente e psicologicamente. Una storia universale sull’inesorabile ricerca del conoscere sé stessi e al contempo di essere fedeli agli altri.

Il film è prodotto da Mario Gianani e Lorenzo Gangarossa per Wildside (it), società del gruppo Fremantle, Pyramideproductions (Fr), Rufus / Menuetto (Be) e coprodotto da Vision distribution.
Uscirà in Francia distribuito da Pyramide Productions e nel Benelux da Kinepolis Film Distribution & Dutch FilmWorks.
In italia e nel resto del mondo il film sarà distribuito da Vision Distribution.

Il regista

Il regista Felix van Groeningen è noto per la pellicola “Alabama Monroe – Una storia d’amore” (“The Broken Circle Breakdown”) del 2012, per il quale ha ricevuto numerosi premi, la nomination ai Premi Oscar 2014 nella categoria miglior film straniero e altre quattro nomination agli European Film Awards 2013.

VdA protagonista

La pellicola è stata ammessa al contributo del Film Fund Film Commission Vallée d’Aoste.

Sono circa otto le settimane di riprese in Valle d’Aosta.

La direttrice di Film Commission Vallée d’Aoste Alessandra Miletto Nel romanzo come nel film la Valle d’Aosta assume un ruolo di personaggio, fondamentale ai fini della narrazione e rappresentata con estrema fedeltà, con il chiaro intento di restituire la cultura e il paesaggio montano della Valle rimanendo il più possibile aderenti alla realtà e all’atmosfera dei luoghi.

Le riprese a Brusson, nel luogo dove è ambientato il romanzo di Cognetti.

LEGGI ANCHE Paolo Cognetti con Le otto Montagne vince il Premio Strega 2017

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button