Mer de Glace, video di una morte annunciata

I dati del ghiacciaio sul Monte Bianco sono drammatici. Il video del regista Bertrand Delpierre

Mer de Glace, sempre più verso una morte insenorabile. Si tratta del più grande ghiacciaio del massiccio del Monte Bianco, e la sua riduzione continua inesorabilmente.
Causa? Riscaldamento globale. Il fronte, negli ultimi decenni, è arretrato di parecchio. E per rendersene conto basta scendere la scalinata dalla stazione di Montenvers, dove i cartelli indicano il livello del ghiacciaio di ciascun anno.

Per rendervi conto c’è questo video esplicativo girato dal fotografo e regista francese Bertrand Delpierre per l’organizzazione non-profit Pax Arctica…

 

 

Uno studio del 2019 condotto da ricercatori dell’Università di Grenoble, ha ipotizzato che un aumento di 3 gradi centigradi a causa del riscaldamento globale, potrebbe provocare, entro la fine del ventunesimo secolo, la scomparsa dell’80 per cento della superficie del ghiacciaio. Circa 50 metri di spessore medio sono già stati persi nel corso del ventesimo secolo.
La società delle guide di Chamonix celebrerà il proprio 200esimo anniversario nel 2021 e i suoi membri sono nati testimoni di questi mutamenti del ghiacciaio nel corso dei decenni.
L’attuale presidente della società Olivier Greber è una guida dal 1986. Un tempo, racconta, bastava scendere 20, 30 gradini per accompagnare i turisti sulla superficie del ghiacciaio. Ora occorre scendere di 500.

Il ghiacciaio Mer de Glace

Caratteristiche

In senso stretto, il ghiacciaio può essere considerato come originato dalla confluenza del ghiacciaio di Leschaux e del ghiacciaio del Tacul alla quota di 2.100 metri, appena a nord dell’Aiguille du Tacul.

Tuttavia, in senso più ampio, è un ghiacciaio vallivo composto che si origina direttamente a nord del Monte Bianco ad un’altitudine di circa 4.100 metri.

Secondo i dati del World Glacier Monitoring Service nel 2015 il ghiacciaio misurava 13 km di lunghezza e la sua superficie era di circa 23 km².

Dal 1850 il ghiacciaio si trova in una fase di importante regresso, dopo aver raggiunto la massima estensione nel 1644, nel corso della piccola era glaciale.

Turismo

La Mer de Glace rappresenta una grande attrazione turistica. I turisti vi possono accedere facilmente con ferrovia Chamonix-Montenvers a cremagliera.

 

leggi anche Frane Monviso, chiuso tratto sentiero per Colle di Viso e Rifugio Sella

 

La località Montenvers, collocata un po’ a monte della lingua terminale del ghiacciaio, offre un eccellente punto di osservazione sulla Mer de Glace. Montenvers è anche conosciuto per la sua celebre grotta di ghiaccio, scavata ogni anno nel fianco del ghiacciaio dal 1946.

foto

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button