Nevica in montagna, il piccolo Alessio nasce in casa

Troppo problematico arrivare in piena notte in ospedale da Valdo (frazione di Formazza a 1.200 mt) a Domodossola durante una nevicata

Formazza

 

Una storia d’altri tempi, di quelle che sanno di favole e di tempi andati…

Mamma Eleonora non ce l’avrebbe fatta ad arrivare in ospedale e Alessio, un bimbo di 2,7 chili, è nato in casa a Valdo, frazione del Comune di Formazza, 440 abitanti, il paese più a nord del Piemonte, a 1200 metri in alta Ossola. Oltre quelle vette, a due chilometri, c’è la Svizzera. Alessio, fa sapere l’Ansa, è nato stanotte tra le montagne, nel piccolo paese walser di Formazza, che dista 40 chilometri da Domodossola dove c’è l’ospedale. Un percorso di montagna, difficile e reso ancor più impervio poiché stanotte pioveva e nevicava. Attendere l’ambulanza da Domodossola – un’ora per andare a Formazza e un’altra ora per tornare con la partoriente all’ospedale – era impossibile: papà Roberto Sgarbi e mamma Eleonora Samonini hanno deciso e, con l’aiuto dei familiari, hanno fatto nascere Alessio in casa. Ad aiutarli anche i volontari del locale pronto soccorso del paese. Mamma e bimbo stanno bene.

 

© 2016, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close