Ogni sera rubi un petalo di rosa da soffiare al vento per farmi innamorare

Terra di confine.
T’appartengo.
Tu, dai confini che come acquerello stingono verso acque troppo verdi,
ogni sera rubi un petalo di rosa rosa da soffiare al vento, per farmi innamorare.
Parli ed io ti ascolto, tra alfabeti di pietra e solchi di faggi centenari, imparo un linguaggio tutto nuovo.
Tradisci un segreto arcaico, fatto di grigi, di blu e di porpora…inscritti nel cerchio di luce, ombre e stelle terrene.

(Dialoghi con la natura)

Isabella Corti
i.corti@mountlive.com

isabella corti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© 2014, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags
Show More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close