Per la prima volta il monitoraggio del lupo in tutta Italia

Nell'autunno 2020 col coordinamento Ispra. Il Cai chiama a raccolta i soci

Monitoraggio lupo: nell’autunno 2020 per la prima volta, sotto il coordinamento dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), inizierà il monitoraggio della specie su tutto il territorio nazionale.
Per le Alpi il lavoro sarà gestito da LWA EU (LIFE wolfalps) di cui il Cai è supporter.

Il Cai e il monitoraggio lupo

CAI Il monitoraggio della specie lupo fatto su scala nazionale è la base necessaria ed imprescindibile per poter sviluppare le strategie gestionali future più corrette.
Basate su dati solidi ed incontrovertibili che oggi purtroppo ancora mancano.

Un’impresa davvero impegnativa ma necessaria a cui il Cai. Attraverso il coordinamento del suo Gruppo Grandi Carnivori, parteciperà mettendo a disposizione degli enti preposti dei soci opportunamente formati.

 

leggi anche Tornano i narcisi nel Bellunese

 

CAI Con questa comunicazione chiediamo ai soci che hanno già sviluppato competenze nel monitoraggio del lupo (per passate esperienze legate al GGC a LWA, ad Enti vari), sia a quelli disponibili ed appassionati di fauna selvatica, di dare la propria adesione all’iniziativa. In tempi strettissimi seguendo le indicazioni puntuali presenti nel modulo.

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button