Tornano i narcisi nel Bellunese

La più importante fioritura degli ultimi 10 anni. Il progetto di tutela

Tornano i narcisi nel Bellunese. Una fioritura estesa e spettacolare di narcisi montani, la più importante degli ultimi dieci anni: ecco di cosa sono stati protagonisti i prati del bellunese.
Pochi giorni dopo la Giornata Mondiale dell’Ambiente e a un anno dall’avvio del Progetto per la tutela dei prati a narciso di Unifarco è ora di tirare le somme. È proprio l’incredibile fioritura il risultato più visibile a colpo d’occhio.

Il progetto

Prima di questo intervento, il narciso stava scomparendo, con una regressione continua e una riduzione di oltre il 50% della specie. Per via dell’abbandono di alcune tecniche della tradizione contadina, come la falciatura dei prati per mano degli agricoltori, a cui è andata a sostituirsi la trinciatura meccanica.

I pericoli e la biodiversità

Questo fattore, unito alla sempre maggiore presenza di cinghiali che danneggiano il territorio, ha portato ad una perdita della biodiversità di questi luoghi a favore di piante infestanti come il veratro, che impedisce la fioritura dei narcisi. Da qui l’impegno dell’azienda, che, con un team di tecnici ambientali esperti, ha messo in campo una serie di interventi per la tutela e riqualificazione dei prati con la sperimentazione di nuovi modelli di gestione.

leggi anche Portato via il Magic Bus di Into the wild

Antiche pratiche

Tra le azioni intraprese da Unifarco, è stata riportata in auge la pratica ‘antica’ dello sfalcio tradizionale e manuale per una miglior cura dei luoghi di interesse, oltre ad interventi come l’estirpazione manuale del veratro e l’installazione di specifici recinti per tenere lontani i cinghiali.

fonte

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close