Ragni, online il film integrale di Qualido – King of the bongo

I ragni hanno deciso per la messa online dei film a cadenza settimanale vista la permanenza forzata in casa per il contenimento del coronavirus

Vista la situazione di permanenza forzata in casa dovuta ai provvedimenti per il contenimento dell’epidemia di coronavirus, i Ragni di lecco hanno deciso di offrire agli appassionati di montagna qualche occasione di svago in più, modificando la periodicità del progetto “Ragni around the World”.

La pubblicazione dei video integrali, per qualche tempo, passerà dunque dalla cadenza mensile a quella settimanale.

Si comincia oggi, domenica 15 marzo, con il film “Qualido – King of the Bongo” dedicato alla bella prima salita realizzata nel 2014 da Paolo Marazzi, Luca Schiera e Matteo De Zaiacomo sulla grande parete del Qualido, in Val Masino.

La scheda del film

Qualido – King of the bongo

Regia: Richard Felderer

Nelle battute conclusive di una calda estate i giovani Matteo De Zaiacomo, Paolo Marazzi e Luca Schiera, risalgono la ripida val Qualido con un idea chiara nata dall’intuizione di Luca, ma con tantissimi dubbi. Aprire una nuova via sulla parete Est del Qualido senza usare spit era la sfida che i tre si erano posti.

È il 2014 quando iniziano a salire un metro alla volta l’impressionante parete del Qualido e ad ogni successo si faceva largo la grande speranza di poterla salire anche in libera. Paolo cantava allegramente “King of the bongo” di Manu Chao ad ogni sosta tanta era la soddisfazione di veder prender forma un sogno. Si dovette però aspettare la stagione successiva, ovvero l’estate 2015 per concretizzare la salita in libera di tutta la via. 

Il ragno Riky Felderer, nelle vesti professionali di fotografo e cameraman, ha impavidamente seguito il trio sulla via, e racconta in questo filmato di questa bella avventura di amicizia e grande scalata. 

Ragni di Lecco

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close