Rinconada, scienziati studiano l’alta quota sul corpo umano

La Expedition5300 torna nella città più alta del mondo arroccata a oltre 5000 mt sulle ande peruviane con circa 50mila abitanti

Le squadre scientifiche del gruppo Expedition 5300 sono tornate a La Rinconada, la città più alta del mondo, arroccata sopra l’Altopiano peruviano. Ad un’altitudine simile a quella di un campo base himalayano, i suoi 50.000 abitanti vivono tutto l’anno con la metà dell’ossigeno del livello del mare Dominata dai ghiacciai delle imponenti vette della Cordigliera delle Ande, questa cittadina continua nel suo ruolo di laboratorio a cielo aperto. Per il team si tratta della quarta spedizione scientifica.

Un grande laboratorio medico

Quest’anno i ricercatori stanno ricreando un vero e proprio laboratorio scientifico d’alta montagna. Il centro istituito dalle squadre di spedizione ospita un programma di ricerca internazionale e multidisciplinare sugli effetti dell’altitudine sul corpo umano e allo stesso tempo funge da centro medico per la popolazione locale.

Il progetto mira a sviluppare la comprensione di questi effetti e ad affinare le capacità del campo medico per affrontarli. In più, come detto, offrire ai residenti un accesso permanente all’assistenza sanitaria. I 14 scienziati della spedizione, infatti, stanno lavorando per far avanzare gli studi sulle condizioni di salute di donne e bambini.

 

LEGGI ANCHE Vivere e sopravvivere a La Rinconada, la città più alta della Terra

I test

Con esami del sangue e valutazioni ematologiche, questa nuova spedizione prosegue il lavoro sugli adattamenti sanguigni e cardiovascolari degli abitanti. Se l’accelerazione del respiro e la frequenza cardiaca rimangono sintomi comunemente associati alla mancanza di ossigeno, i ricercatori questa volta sono interessati anche agli occhi. L’obiettivo è quello di esplorare l’impatto oftalmologico dell’alta quota sul corpo umano, offrendo visite mediche e mettendo a disposizione degli abitanti adeguati paia di occhiali.

Infine i ricercatori quest’anno si concentreranno anche sugli effetti della contaminazione da metalli pesanti in una città che vede nell’estrazione mineraria il principale motore economico.

EXPEDITION 5300

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button