Sílvia Vidal: L’avventura? Mi spinge il voler vivere situazioni intense

All'alpinista catalana Menzione speciale dei Piolets d'Or 2021

L’alpinista catalana Sílvia Vidal, specialista in spedizioni in solitaria senza mezzi di comunicazione nei luoghi più remoti del mondo, riceverà il Piolet d’Or per tutto il suo lavoro. Una menzione speciale.

Vidal Non ho un cellulare e non ne ho mai avuto uno. Immagino che ne avrò uno presto perché sembra che non sia più una scelta. Rispondo alle e-mail quando ho un PC e una connessione Internet, ma non tutti i giorni.

 

Vidal è stata intervistata dalla rivista francese Montagnes Magazine. Ve ne proponiamo un estratto.

Il Piolet d’Or è stata una sorpresa e quando ho sentito la notizia mi è sembrata carina. A volte essere soli e a volte in mezzo alla folla non è incoerente, fa parte dell’equilibrio.

Alla domanda, in sintesi, del suo modo di vivere l’avventura, il cercare l’isolamento, l’estremo…

Mi spinge a vivere situazioni intense. Ogni spedizione in solitaria provoca un prima e un dopo nella mia vita. Concepisco la vita come un cambiamento costante e queste spedizioni me lo rendono facile. L’avventura comporta incertezze e l’incertezza può fermarti o farti andare avanti. La solitudine, quella giusta (qualunque tu scelga), è uno stato naturale per me. Non sono una persona sola. Puoi goderti la solitudine che hai scelto pur essendo socievole.

 

LEGGI ANCHE I verdetti dei Piolets d’Or 2021

 

In merito al suo stile…

Definirei le mie spedizioni con una parola: incertezza. Ci sono tante incertezze quando si va in una zona sconosciuta, senza alcun mezzo di comunicazione, a volte senza conoscere l’approccio, o la lunghezza della parete, senza le previsioni del tempo…
Poi sono sempre felice di tornare a casa perché ho avuto un’esperienza e sono sopravvissuta. Naturalmente, sono anche felice di ritrovare i miei cari. Non penso mai di partire subito, ci metto mesi, a volte anni, prima di partire per la prossima spedizione.
Non vado in spedizione in solitaria ogni anno, solo quando sento che è il momento.

Sull’avventura…

Nasciamo avventurieri. Nascere è un’avventura in sé. È più tardi che decidiamo se vogliamo continuare ad essere avventurieri.

 

L’INTERVISTA INTEGRALE

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button