Pubblicato il: ven, Feb 20th, 2015

Allarme Fao: il 70% delle nuove malattie sono di origine animale e connesse al cibo

sms_solidale_944
Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
animali malattie

Convegno al Parco nazionale Tosco-Emiliano

La Provincia di Lucca e la Confederazione Italiana della Caccia (FIDC), con il patrocinio dell’Unione Comuni Garfagnana, organizzano, domani, sabato 21 a partire dalle ore 9.30, il convegno “Quando la natura incontra l’uomo – Malattie della fauna selvatica e rischi per la salute umana” presso la Fortezza di Montalfonso a Castelnuovo di Garfagnana.
Ricercatori delle maggiori Università italiane – Milano, Pisa, Torino – il Corpo Forestale dello Stato ed esperti dalla Asl 2 Lucca, interverranno sui temi: fauna selvatica, attività venatoria, rischi derivanti per la salute pubblica in termini di patologie, contesto socio economico, fino al consumo di selvaggina e sanità alimentare.
Il presidente dell’Unione dei comuni della Garfagnana, Paolo Fantoni, invita alla partecipazione di questa giornata informativa, stante l’attualità del tema e la necessità di dare maggiori informazioni e sensibilizzare gli appassionati dell’attività venatoria e la cittadinanza tutta.
“Secondo i rapporti della FAO la crescita della popolazione, l’espansione dell’agricoltura e l’aumento di filiere alimentari che si estendono a livello mondiale, hanno alterato drammaticamente il modo in cui le malattie emergono, scavalcano i confini delle specie, e si diffondono – spiegano gli organizzatori in una nota. Per gestire le malattie è necessario un nuovo approccio ed un interfaccia animali-uomo-ambiente. Il 70% delle nuove malattie, che sono emerse negli esseri umani negli ultimi decenni, sono di origine animale e, in parte, direttamente connesse al procacciamento alimentare. La continua espansione dei terreni agricoli in aree selvagge, insieme al boom a livello mondiale della produzione animale, ha significato che il bestiame e la fauna selvatica sono maggiormente in contatto, e noi stessi siamo a contatto con animali molto più che in passato. Ciò significa che non possiamo affrontare la salute umana, la salute animale e la salute degli ecosistemi in modo isolato gli uni dagli altri. Dobbiamo guardare a loro nell’insieme, e affrontare le cause della comparsa della malattia, la sua persistenza e diffusione, piuttosto che semplicemente combattere contro le malattie dopo che sono emerse. In particolare, l’agenzia ONU raccomanda che la raccolta di maggiori informazioni sull’origine delle malattie animali diventi la priorità assoluta, e le analisi conseguenti si concentrino  sul miglioramento delle misure di valutazione del rischio e di prevenzione”.

Programma del convegno
Ore 9,00  Apertura del Convegno con saluti istituzionali. Coordinatori Francesco Tolari e Alessandro Mannelli.
Intervengono: Prof. Paolo Lanfranchi Dipartimento di Scienze Veterinarie e Sanità Pubblica, Università di Milano “Fauna selvatica e attività venatoria nell’attuale contesto socioeconomico”; Prof. Francesco Tolari Dipartimento di Scienze Veterinarie, Università di Pisa “Principali zoonosi virali trasmesse dalla fauna selvatica”;  Prof. Ezio Ferroglio Dipartimento di Scienze Veterinarie, Università di Torino “Fauna e zoonosi: nuovi arrivati e vecchie conoscenze”
Ore 11,00 – 11,30  Pausa caffè
Prof. Fabrizio Bruschi Dipartimento di Ricerca Traslazionale, NTMC, Università di Pisa “La trichinellosi umana e quanto ci ha insegnato il focolaio della Garfagnana”; Dott. Filippo Fratini
Dipartimento di Scienze Veterinarie,  Università di Pisa “Zoonosi batteriche trasmesse dalla fauna selvatica: la tularemia”; Prof. Alessandro Mannelli Dipartimento di Scienze Veterinarie, Università di Torino “Animali selvatici e rischi per la salute pubblica: l’esempio della borreliosi di Lyme”; Dott.ssa Cecilia Ambrogi Corpo Forestale dello Stato, Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Lucca “Attività dell’Ufficio Territoriale per la Biodiversità in materia di animali selvatici”; Dott. Marco Selmi Osservatorio permanente per patologie a trasmissione vettoriale,  ASL 2 Lucca “Problematiche di Sanità Pubblica collegate alla presenza di zecche in Toscana”
Discussione generale e  conclusioni dei coordinatori
Ore 13,00 – 14,30  Pausa pranzo
Ore 14,30   “Selvaggina e sanità alimentare”  Tavola rotonda con la partecipazione dei relatori della mattinata. Coordinatore Dott. Ambrogio Pagani  Direttore UO della ASL 2 Lucca.

Alessandro De Biasio
a.debiasio@mountlive.com

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. eugenio vangi scrive:

    sono stato un organizzatore del convegno insieme a mauro lunatici e la ringrazio per il suo articolo

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox