Carlos Soria arrivato al campo base dell’Annapurna

Sono a 4.200 metri, sono giunti al cb in elicottero e ora si metteranno subito al lavoro per attezzare la via. Il 77enne spagnolo dopo l’Annapurna è intenzionato a salire anche sul Dhaulagiri, poi gli mancherà solo lo Shisha Pangma per completare i 14 Ottomila

carlos soria

 

Carlos Soria e il suo team è arrivato al campo base dell’Annapurna a 4.200 metri. Dopo due settimane di acclimatazione (Island Peak), è giunto al CB in elicottero. L’intenzione ora è di attrezzare subito la via. “Ora abbiamo un paio di giorni di duro lavoro – dice Soria al sito Desnivel – per organizzare i materiali e le attrezzature”.

E continua: “L’Annapurna ha meno neve rispetto allo scorso anno e il rischio di valanghe è più basso, anche se ci sembra essere complicata la zone di ghiaccio”. Ora nei prossimi giorni si andrà a step: Campo 1 (5.200 m) e Campo 2 (5.700 m) per controllare lo stato della via e poi verso i campi alti.

Lo scorso 5 febbraio Carlos Soria ha compiuto 77 anni. E’ in Himalaya, per due Ottomila: Annapurna(8.091 m) e Dhaulagiri (8167 m).

Carlos Soria è diventato un riferimento internazionale per la sua intenzione di completare i 14 Ottomila ad un’età avanzata; sinora ne ha saliti 11. Gli mancano, appunto, i due che tenterà questa primavera e poi lo Shisha Pangma. Un caso unico nel mondo alpinistico.

 

© 2016, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button