Conrad Anker, l’avventuriero americano

Tra i migliori alpinisti americani degli anni '90. Ha scalato ovunque, sempre all'inseguimento dell'ignoto, dell'avventura. È stato lui a ritrovare il corpo di Mallory sull'Everest...

Conrad Anker, sicuramente tra i migliori alpinisti americani degli anni Novanta. Ha scalato ovunque. Sempre all’insegna dell’avventura. Ha scalato vie importanti nella Yosemite Valley (California), nel Parco Nazionale di Zion (Utah), nell’isola di Baffin (Canada), nelle montagne di Ellsworth in Antartide, in Himalaya. Ha fatto coppia con Alex Lowe e tanti altri nomi dell’alpinismo americano e non. Anche con David Lama ed era proprio con lui quando, nel 2016, fu colto da un infarto durante un tentativo all’inviolato Lunag Ri.

LEGGI ANCHE Conrad Anker, infarto a 6.000 metri sul Lunag-Ri

Conrad Anker

È nato il 27 novembre 1962 a Bozeman, Montana (USA). È di origini californiane, e al Parco Nazionale di Yosemite inizia a frequentare la montagna. Già da ragazzo e subito fa vedere di che pasta è fatta.

Nel 2001 si è spostato con Jennifer, vedova dell’amico Alex Lowe. Amante dell’Himalaya, ha  fondato il Khumbu Climbing Center a Phortse: offre corsi di formazione ai portatori d’alta quota.

Alpinismo

A 16 anni scala il Mount Rainer. Poi inizia a frequentare Lowe e diventano amici.
Nel 1987 il primo colpaccio. La prima salita della parete sud-est del Gurney Peak. Nell’89, ancora in Alaska, è sulla parete ovest del Mount Hunter. Si è cimentato anche con le big wall del nord America, su El Capitan (Yosemite) oltre a realizzare prime libere nello Zion National Park.
Ha scalato tre volte l’Everest (compresa la spedizione National Geographic per i 50 anni dalla prima americana). È stato lui a ritrovare, nel 1999, il corpo di George Mallory.
Con Alex Lowe mette a segno record di velocità in Himalaya e si dedicano a prime ascensioni in Antartide. Nel 1999 tenta, sempre con Lowe (e al cameramen David Bridges) la prima discesa con gli sci dalla vetta dello Shisha Pangma. Ma vengono travolti da una valanga, solo lui si salva. I corpi di Lowe e Bridges verranno recuperati solo 16 anni dopo.
Nel 2016 tenta, come detto, col giovane David Lama, la prima salita del Lunag Ri. Viene colpito da un infarto, si salva ma dice basta all’alpinismo d’alta quota. Ma non si è assolutamente fermato del tutto.

conrad anker

Principali ascensioni
  • 1987 prima salita parete sud-est Gurney Peak, Alaska, con Seth Shaw, Robert Ingle e James Garrett.
  • 1989 parete nord-ovest del Mount Hunter, Alaska, con Seth Shaw.
  • 1990 Rodeo Queen, Streaked Wall, Zion National Park, Utah, USA con Mugs Stump.
  • 1992 Seconda salita East Buttress, Middle Triple Peak, Alaska, con Seth Shaw.
  • 1992 Shunes Buttress, Red Arch Mountain, Zion National Park, con Dave Jones.
  • 1997 In solitaria parete nord-ovest, Peak Loretan, Ellsworth Mountains, Antartide.
  • 1997 Rakekniven Peak, Queen Maud Land, Antartide, con Alex Lowe e Jon Krakauer.
  • 1997 Tsering Mosong, Latok II, Karakorum, Pakistan, con Alexander Huber, Thomas Huber e Toni Gutsch.
  • 1997 Continental Drift, El Capitan, Yosemite, USA, con Steve Gerberding e Kevin Thaw.
  • 1999 Spedizione in ricerca del corpo di George Mallory sull’Everest, prima vetta (con ossigeno).
  • 1999 Shisha Pangma Spedizione sciistica americana, Tibet. Sopravvissuto a un’enorme valanga che ha ucciso il compagno di cordata Alex Lowe e il cameraman David Bridges.
  • 2001 Parete est Vinson, Antartide, con Jon Krakauer
  • 2002 Spedizione del National Geographic traversata altopiano di Changtang in Tibet, con Galen Rowell, Rick Ridgeway e Jimmy Chin.
  • 2005 Cresta sud-ovest, Cholatse, Nepal, con Kevin Thaw, John Griber, Kris Erickson e Abby Watkins.
  • 2007 Capo-spedizione Altitude Everest Expedition 2007, con Leo Houlding, Jimmy Chin e Kevin Thaw, seconda volta in cima (con ossigeno).
  • 2011 Shark’s Fin, Meru Peak, con Jimmy Chin e Renan Ozturk.
  • 2012 Capo-spedizione Everest Education Expedition con National Geographic, terza vetta (senza ossigeno), con Cory Richards, Sam Elias, Kris Erickson, Emily Harrington, Philip Henderson, Mark Jenkins, David Lageson Ph.D, Hilaree O’Neill.

Onorificenze

  • 2010 – Premio David A Brower del Club Alpino Americano
  • 2015 – Premio George Mallory del Wasatch Mountain Film Festival
  • 2016 – Golden Pitons: Lifetime Achievement di Climbing Magazine
  • 2017 – Laurea honoris causa Università Utah
  • 2018 – Premio Jack Roberts alla carriera di Cody WY Ice Festival

Scritti

Anker, Conrad (1988). “Gumbies su Gurney”. Giornale alpino americano. NYC, NY, USA: Club Alpino Americano.
Anker, Conrad (1990). “Parete nord-ovest Hunters”. Giornale alpino americano. Club Alpino Americano.
Anker, Conrad (1998). “Con te in spirito”. Giornale alpino americano. Club Alpino Americano.
Anker, Corrado; David Roberts (2001). L’esploratore perduto: Alla ricerca di Mallory sul monte Everest. New York, NY, USA: Simon e Schuster / Touchstone.

Film

  • L’avventura antartica di Shackleton (2001)
  • Luce dell’Himalaya (2006).
  • Il nodo infinito (2007).
  • The Wildest Dream (2010).
  • Meru, (2015)
  • Lunag Ri (2016).
  • Black Ice (2020.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button