Ines Papert, la fuoriclasse che fa suonare roccia e ghiaccio

Le montagne mi hanno cambiato la vita al 100%.

Ines Papert, classe 1974 (nata il 5 aprile a Wittenberg, Germania). Proviene da una famiglia di musicisti (suona il piano e il sassofono), fisioterapia ma a 20 anni scopre la montagna. Prima l’escursionismo, la bici e poi l’alpinismo. Dimostra subito il suo talento e la sua determinazione che la portano a primeggiare nelle competizioni di arrampicata su ghiaccio, da cui si ritira nel 2006 per dedicarsi completamente alle scalate e alle spedizioni.

Il suo curriculum è lungo, con le salite in libera delle vie Symphonie de liberté (900 m, 8a) sull’Eiger (2003), Letzte Ausfahrt Titlis (500 m, 8a+) sul Titlis (2004) e Camillotto Pellissier (500 m, 8b) sulla Cima Grande di Lavaredo (2007).
Nel 2009 apre Power of silence (400 m, 7c+) sulla Middle Huey Spire (Canada) e Cobra Norte (1300 m, WI5, M8) sul Kwangde Shar (Nepal) e negli anni successivi firma vie nuove in Cina/Kirghizistan (Great Wall of China), sull’isola di Baffin (Mount Asgard) e ancora in Nepal (Likhu Chuli I). Nel 2012 sale Illuminati (120 m, M11) in Vallunga (Dolomiti, Italia) e Schwarze Madonna (300 m, 8a) sull’Untersberg (Germania). Con Luka Lindič ha tentato nel 2018 anche la parete Sud dello Shisha Pangma (8027m). Ma hanno dovuto arrendersi causa meteo avverso e una valanga.
Ha vinto più volte la Coppa del Mondo di arrampicata su ghiaccio (2001, 2003, 2006).

Tra le imprese più recenti, completate con Luka Lindič, che dal 2020 è suo marito, ricordiamo la spettacolare Lost in China (1200 m, WI5+, M6, prima ascensione) sul Kyzyl Asker tra la Cina e il Kirghizistan (2016), Supercombo (800 m, M7) sulla parete nord-est del Pizzo Badile (2017), Sharks of Königssee (300 m, 8a, prima ascensione) sull’Alpltalkopf in Germania (2018), The sound of silence (1200 m, M8, WI5, prima ascensione) sul Mount Fay in Canada (2019) e Wolke 7 (400 m, 8a, prima ascensione) sull’Hinteres Feuerhörndl ancora in Germania (2020).

 


Il 22 agosto 2000 è diventata madre di Emanuel.


 

LEGGI ANCHE Ines Papert e Luka Lindič compagni in montagna e nella vita

 

Salite significative

    • 1997 Ascensione dell’Aconcagua.
    • 1998 Spedizione in Perù con le salite di Nevado Pisco, Nevado Alpamayo, Nevado Artesonraju e Torre del Paron.
    • 1999 Yosemite El Capitan; “The Nose”.
    • 2001 prima via di arrampicata su roccia nell’ottavo grado francese.
    • 2002 diverse vie di arrampicata (ghiaccio).
    • 2003 Parete nord dell’Eiger, prima salita della via “Symphonie de Liberte” (allora la via più difficile in parete) ed Eiskletterrouten (Mixed) al grado (M 11).
    • 2004 prima via di arrampicata di una francese grado 8b “Shadow king” nelle Alpi Bavaresi.
    • 2006 “Pellisier” sulla parete nord della Cima Grande di Lavaredo.
    • 2007, prima ripetizione della via di misto fino ad allora più difficile al mondo Law and Order (M 13).
    • 2009 prima salita della via “Power of Silence” ‘(7c +, 11 tiri) sulla parete sud del Middle Huey Spire in Canada.
    • 2009 Salita della canadese “Lotus Flower Tower” nell'”Onsight” sul Pilastro Sud-Est (6b).
    • 2010 prima salita delle vie di misto “Triple X” (VIII, 8) sul Ben Nevis e “Bavarinthia” (IX, 9) ai Cairngorms, Coire an Lochain in Scozia.
    • 2011 “Super Cirill” Seachängeroute alla Parete di Sonlerto (Ticino) grado 8a/8a+.
    • 2011 “Great Walls of China” 600 metri sul monte Kyzyl Asker in Kirghizistan; Difficoltà: ABO, WI 7+, M 7.
    • 2012 Ripetizione di “Illuminati” M11 +, WI 6+, vicino a St. Ulrich, Tirolo.
    • 2013 prima salita di Likhu Chuli I in Nepal, che ha salito in solitaria.
    • 2013 prima salita della via “Azazar” (8a, 9 tiri) nella parete sud-ovest del Tadrarate in Marocco.
    • 2014 Prima della via “Without smoke you will die” (8a, 17 corde) sulla parete nord delle Grandi Trincee in Italia.
    • 2015 Seconda salita della via di misto “Holy Grail” (M 12), (W15).
      2016 Quinta salita di “Riders on the Storm” VI 5.12d A3, la “Torre Central” (Parco Nazionale Torres del Paine), Patagonia.
    • 2016 Salita riuscita della difficile parete sud-est del Kyzyl Asker 5.842 m su una nuova via Lost in China WI5+ M6 1.200 m. Per acclimatarsi, ha effettuato la seconda salita e la prima libera di Border Control WI5 M7 650m sulla Great Wall of China 5.000m. Con Luka Lindič.
    • 2021 Con Luka Lindič apre Heart of Stone su Mt. Huntington, Alaska. Nuova via di ghiaccio e misto (M7 su 1000 mt).

 

MAGGIORI INFO

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button