Reinhold Messner: Siamo così fragili sulla Terra

"Non c'è bisogno di guerre stellari o di un attacco extraterreste per essere travolti. Basta un virus". La giornata e le preoccupazioni del Re degli Ottomila

“Siamo una fragile umanità su questa terra” e “non c’è bisogno di guerre stellari o di un attacco extraterreste per essere travolti. Basta un virus, il cui comportamento gli scienziati non hanno ancora compreso, per metterci in una situazione che in Italia è considerata di guerra”. Lo afferma Reinhold Messner, che sta trascorrendo il periodo di isolamento a Monaco di Baviera.
Intervistato dal sito salto.bz, l’alpinista altoatesino sottolinea che “qui in Germania questa espressione non è ancora utilizzata, ma in Italia e, soprattutto, in Lombardia, la situazione è così drammatica che si può parlare di stato di guerra”.

La giornata

Bloccato come tutti in casa, Messner ha iniziato a scrivere: “Al fine di ammazzare il tempo – racconta – ho deciso di mettere una struttura chiara nella mia routine quotidiana. Ciò significa che lavoro e scrivo cose di cui potrei aver bisogno un giorno”.

Il futuro

La preoccupazione è per il futuro. “Sono convinto che il tutto ci farà tornare indietro di anni – dice l’alpinista – Forse questo shock avrà i suoi lati positivi alla fine, ma per molte persone, questa economicamente sarà la fine”. Lo stesso Messner non nasconde timori per le proprie attività: “I miei musei hanno spese relativamente elevate e non posso e non voglio licenziare le persone. Improvvisamente non abbiamo entrate. Io stesso vivo di conferenze ed apparizioni. Adesso è tutto finito, ma non sto piagnucolando”.

fonte: ansa

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button