Pubblicato il: lun, Dic 15th, 2014

Tragedia Gran Sasso, il mondo alpinistico piange la scomparsa della Guida Sabbatini

sms_solidale_944
Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

pino sabbatini2«Profondo rammarico e commozione per l’improvvisa perdita di Giuseppe (Pino) Sabbatini, 50 anni, guida alpina teramana di navigata esperienza e tecnico di elisoccorso del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico» recita un comunicato stampa diramato dal Cnsas. Sabbatini ha perso la vita ieri ridiscendendo dal Corno Piccolo (Gran Sasso) insieme ad un suo cliente-amico (Davi Remigio, 44enne, assicuratore pescarese) a causa del distaccamento di un lastrone di ghiaccio che non ha retto al peso dei due alpinisti forse anche per l’innalzamento delle temperature. I due sono precipitati per circa 400 metri nel Camino di Mezzo (zona Prati di Tivo). Sulla bacheca del suo profilo Facebook si susseguono messaggi di amicizia, cordoglio, dolore ed incredulità per la prematura scomparsa della Guida alpina molto conosciuta in tutto l’ambiente alpinistico, non solo abruzzese. Sul Gran Sasso Sabbatini era di casa, lo scorso mese ha partecipato all’operazione di recupero delle salme dei due militari pugliesi morti. Sabbatini lascia due figlie campionesse di atletica e la moglie, agente del Corpo Forestale dello Stato.
Da lassù ieri mattina mentre era intento a salire Sabbatini ha postato su Facebook una immagine con la scritta “Hello! Now!! (la foto che vedete in basso). Sorridente, amava la montagna come pochi, conosceva il Gran Sasso e le sue insidie come le sue tasche… non è bastato!sabbatini

© 2014, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox