Published On: Gio, Lug 11th, 2019

Via Alpina, 20 tappe tra le meraviglie della Svizzera

sms_solidale_944

La Via Alpina è la più classica tra le escursioni a tappe della Svizzera. In 20 tappe giornaliere attraversa le Alpi settentrionali del Paese. 14 passi alpini e una grande varietà culturale, faunistica e floristica sapranno affascinare gli escursionisti. La Via Alpina è un’impegnativa escursione in montagna, nel cuore del magico mondo delle Alpi svizzere.

La Via Alpina, come detto, supera 14 passi fra i più belli delle Alpi. Attraversa sei cantoni svizzeri offrendo uno spaccato degli innumerevoli aspetti culturali, geologici e topografici della regione. Ampie carrozzabili cedono il passo a vertiginosi sentieri in cresta ad alta quota. Il percorso incontra un mondo di fauna e flora fra i più diversificati al mondo.

In 20 tappe, la Via Alpina porta da Vaduz a Montreux, a nord delle Alpi svizzere. Lungo 390 km, gli escursionisti si imbatteranno in molti degli highlight che la Svizzera ha in serbo. Mentre le tappe iniziali si sviluppano in zona pianeggiante nella regione di San Gallo, nel Glarnerland si dovranno affrontare sempre più metri di dislivello. L’itinerario garantisce il massimo dell’atmosfera alpina nelle Alpi bernesi. Giorno dopo giorno si attraversano maestosi paesaggi montani, mentre ogni passo superato rivela un mondo tutto nuovo. In totale sono 14 i passi da conquistare, passando per sei cantoni e affrontando 23.600 metri di dislivello in salita e 24.800 in discesa. Il solitario passo di Surenen, la famosa Grindelwald, la Kleine Scheidegg con vista su Eiger, Mönch e Jungfrau, la Blüemlisalphütte giustamente tanto amata, il Lago di Oeschinen, forse uno dei laghi di montagna più belli della Svizzera, l’incantato valico Bunderchrinde e le trasognate Rochers de Naye con una vista impareggiabile sul Lago di Ginevra sono solo alcune delle attrazioni di punta.

Tuttavia, per conoscere questo lato indimenticabile della Svizzera bisogna essere in forma. Ma ogni volta la fatica sarà ben ricompensata. Anche le salite più difficili vengono sempre premiate con viste mozzafiato e con la consapevolezza di essersi conquistati e guadagnati da soli questa esperienza. Esplorare a piedi gli angoli più belli di questo Paese non vuol dire solo fare sano esercizio fisico. Ma consente di considerare i problemi della vita di tutti i giorni da un altro punto di vista, riorganizzando i pensieri o mettendoli completamente da parte in modo da rifugiarsi in un mondo lontano da tutti e da tutto e al contempo essere più vicini a sé stessi.

fonte/foto: myswitzerland.com

© 2019, all rights reserved.

Per segnalare refusi, imprecisioni e correzioni scriveteci a: redazione@mountlive.com