Pubblicato il: gio, Mag 17th, 2018

Stop ricerche. Boyan Petrov resta sullo Shisha Pangma

sms_solidale_944
Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

boyan petrov

Boyan Petrov resterà sullo Shisha Pangma. Stop alle ricerche. Sinora, dal 3 maggio (giorno dell’ultimo avvistamento del bulgaro), nessuna traccia, nessun indizio sulla montagna. Soccorritori e sherpa l’hanno setacciata. È probabile che il forte alpinista, con 10 Ottomila alle spalle senza ossigeno ausiliario e sherpa, sia caduto in un crepaccio.

Boyan Petrov era una macchina da montagna. Amante dello stile alpino. Disdegnava l’ossigeno e le nelle sue salite non ha mai utilizzato sherpa e portatori. Capace, come nel 2014, di salire 3 Ottomila (Kanchenjunga, Broad Peak e K2) in soli 100 giorni. O come nel 2016 salendo Annapurna, Nanga Parbat e Makalu.

© 2018, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox