Denis Urubko è a casa

Dopo il tentativo di vetta al Broad Peak e l'annuncio dell'addio all'alpinismo estremo

Denis Urubko è tornato a casa, nella bergamasca. Di ritorno dalla spedizione invernale al Broad Peak, inzialmente insieme a Don Bowie e Lotta Hintsa, poi in solitaria per la rinuncia dei due compagni per problemi di salute. Urubko ha tentato, ma durante l’ultimo tentativo ha subito diversi incidenti, tra cui una valanga che lo ha trascinato per 100 metri, ha rinunciato e tornato a Skardu in elicottero. Aveva in tasca il permesso di scalata sul K2. Le cose al Broad Peak, causa meteo, sono andate per le lunghe.

Ora Urubko ha annunciato l’addio all’alpinismo estremo, dice che si dedicherà all’arrampicata su roccia e alle passeggiate in collina. C’è chi non ci crede, come Wielicki, il quale dice che Urubko non è tipo che riposa sugli allora. E l’inverno prossimo al K2 ci saranno i polacchi, i russi e chissà chi altro per tentare di salire l’ultimo Ottomila inviolato in inverno…

foto: denis urubko facebook

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button