Prima invernale K2, ecco chi sono i 10 nepalesi

Il profilo di Purja e dei 9 sherpa che lo scorso 16 gennaio hanno raggiunto la vetta del K2

Il 16 gennaio 2021 10 nepalesi (tra cui 9 sherpa) hanno realizzato l’impresa di salire per la prima volta il K2 (8.611 mt) in inverno. Erano decenni che si tentava di scalarlo nella stagione fredda.

Quest’inverno al CB c’erano 4 spedizioni. Il meteo è stato clemente con una lunga finstra di bel tempo e venti non da K2.

Ma chi sono i 10 nepalesi che hanno raggiunto la vetta? Alcuni sono conosciuti, altri meno.

Nirmal Purja

Nirmal Purja (ha 37 anni) è è arrivato al campo base con una sua squadra, in tutto erano in 6. Conosciuto anche come Nims Dai, non ha smesso di collezionare record e risultati nel breve periodo in cui è stato sulle grandi montagne. Arruolato nell’esercito britannico come Gurkha e membro del Corpo speciale, ha imparato a usare i ramponi nel 2012, è salito al Dhaulagiri nel 2014 e all’Everest nel 2016. Nel 2017, ha guidato un gruppo di Gurkha in cima all’Everest per commemorare il 200° anniversario del Corpo e, giorni dopo, è tornato a salire l’Everest e il Lhotse in giornata, a cui si è unito il Makalu cinque giorni dopo.

Nel 2019 ha lasciato l’esercito per dedicarsi esclusivamente all’alpinismo e al suo “Project Possible 14/7”: salire i 14 Ottomila a tempo di record, sette mesi tra aprile e ottobre.

Mingma Gyalje Sherpa

Mingma Gyalje Sherpa (34 anni) ha guidato un team tutto di sherpa, in totale erano in 3.

Già aveva tentato il K2 lo scorso anno. Questo, infatti, è stato il suo secondo tentativo al K2 invernale.

È soprannominato Supersherpa dopo che nel 2017 è salito fino a sei volte sopra gli 8.000 metri su diverse montagne. , Mingma G è una Guida alpina certificata IFMGA/UIAGM. È salito 22 volte su 13 Ottomila, di cui due volte il K2 e ha solo bisogno dello Shisha Pangma per completare tutti i 14 Ottomila.

Mingma “David” Sherpa

Il compagno più stretto di Nirmal Purja e partner dell’agenzia Elite Himalayan Adventures, si chiama Mingma Gyabu Sherpa (31 anni). È stato lo scudiero più fedele di Nims durante Project Possible 7/14, al termine del quale nel 2019 è diventato il più giovane a scalare tutti i quattordici Ottomila.

La sua carriera sugli Ottomila è iniziata nel 2010, quando ha scalato per la prima volta l’Everest, vetta che ha scalato sei volte. Ha anche ripetuto Manaslu quattro volte e ora 3 volte il K2. In totale, 24 vette di oltre 8.000 metri.

Gelje Sherpa

Originario della valle del Khumbu, Gelje Sherpa (28 anni) è un membro esperto del team Icefall  doctor dell’Everest. Oltre ad aver fatto parte dei team di Álex Txikon nelle spedizioni invernali sull’Everest e sul K2, lo scorso anno ha anche condiviso diverse spedizioni con Nirmal Purja e ha coinciso con Sergi Mingote a Manaslu 2018, Nanga Parbat o Gasherbrum II. Aggiungi le vette dei nove maggiori ottomila sul suo percorso

Nel K2 ha fatto parte del team Nirmal Purja, partecipando all’equipaggiamento della via per El Hombro (7.600 m). Dopo aver raggiunto la cima, era uno degli sherpa che scese direttamente al campo base.

Mingma Tenzi Sherpa

Originario dell’area del Makalu, Mingma Tenzi Sherpa (36 anni) è stato sherpa e sirdar in spedizioni  sugli Ottomila dal 2007. Ha scalato nove dei 14 Ottomila e ha ripetuto cinque volte l’Everest e 2 volte Lhotse e Manaslu.

È stato uno di quelli che ha lavorato la montagna più instancabilmente. Un membro della squadra di Nirmal Purja, era uno dei cinque che ha raggiunto i 7.000 metri il 30 dicembre e uno dei tre Mingma che hanno equipaggiato la via a 7.800 metri proprio il giorno prima della vetta.

Pem Chhiri Sherpa

Originario della zona di Janakpur e chiamato anche Pema Tshering Sherpa (40 anni), è stato 9 volte sull’Everest dal 2005. Ha anche ripetuto due volte il Cho Oyu. Al K2 ha fatto parte del team Nirmal Purja.

Dawa Temba Sherpa

Originario dell’area del Makalu, Dawa Temba Sherpa (31 anni) ha avuto la sua prima esperienza in una spedizione per un Ottomila nel 2012, anche se solo un paio d’anni dopo ha raggiunto il suo primo picco. Dal 2016 ha scalato quattro volte l’Everest e quattro volte l’Ama Dablam, le montagne dove lavora di più come Sherpa. L’anno scorso ha frequentato il corso ufficiale di guida alpina.

Dawa Tenzin Sherpa

Il veterano Dawa Tenzin Sherpa (45 anni) ha partecipato alla sua prima spedizione a un Ottomila nel 1996 e da quando ha scalato il Cho Oyu nel 1998 è stato 24 volte su Ottomila prima del K2. Undici volte sull’Everest, tre su Cho Oyu e Lhotse, due su Manaslu, Dhaulagiri e Shisha Pangma e uno su Kangchenjunga.

Entra a far parte della fidata squadra di Mingma Gyalje. Questo K2 è stata la sua prima esperienza nel Karakorum, l’ottavo Ottomila.

Kili Pemba Sherpa

Conosciuto anche come Kilu Pemba Sherpa (40 anni), è un altro veterano. I suoi primi ottomila sono stati il ​​Manaslu nel 2002, che ha inaugurato un elenco di 18 vette di oltre 8.000 metri prima del K2. Ha anche scalato l’Everest undici volte e ha ripetuto a Lhotse e Cho Oyu.

Entra a far parte della fidata squadra di Mingma Gyalje. Questo K2 è stata la sua prima esperienza nel Karakorum, il suo settimo Ottomila.

Sona Sherpa

Originario della zona del Makalu, Sona Sherpa (31 anni) è stato il membro più importante del grande gruppo dei Seven Summit Treks nel K2 invernale. La sua carriera negli Ottomila è iniziata nel 2015 e da allora ha scalato l’Everest tre volte e il Manaslu altre tre.

Nel K2 ha fatto un punto di quota fino a 7.050 metri il 2 gennaio, insieme ai suoi compagni Pasang Nurbu Sherpa e Lakpa Temba Sherpa. Successivamente, è stato l’unico della sua squadra a unirsi al gruppo in vetta e, insieme ai tre Mingma, ha contribuito ad attrezzare la via fino a 7.800 metri il giorno prima della vetta. Successivamente, è sceso direttamente al campo base e la sua è stata la prima fotografia della vetta che è stata resa pubblica.

fonte: desnivel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button