Pubblicato il: mer, Lug 13th, 2016

13 luglio 1990: una valanga uccide 43 alpinisti sul Lenin Peak

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Quel giorno solamente due alpinisti si salvarono al campo base della seconda vetta del Pamir (7.134 mt). La valanga fu scatenata da un forte terremoto

pik lenin

Era il 13 luglio del 1990 quando una valanga colpì il campo base del Peak Lenin. Fu causata da un forte terremoto. Morirono 43 scalatori su 45 che erano lì. Fu uno dei più gravi incidenti nella storia dell’alpinismo. Tra le vittime 27 alpinisti sovietici. 23 facevano parte di un team di leningrado, con la alpina Leonid Troshchinenko, uno dei climbers sovietici più noti di allora. Tra le vittime svizzeri, cecoslovacchi, israeliani, spagnoli.

Il picco Ibn Sina è una delle più alte vette del Pamir: tocca i 7134 metri. Si trova al confine tra la regione di Oš in Kirghizistan e la provincia autonoma del Gorno-Badakhshan in Tagikistan, ed è la seconda più alta vetta dei due paesi dopo il picco Ismail Samani (7.495 m). Fa parte della catena del Trans-Alaj.

Scoperto nel 1871 dall’esploratore russo Fedchenko, fu inizialmente chiamato monte Kaufmann in onore dell’allora governatore del Turkestan, Constantin Petrovitch von Kaufmann. Nel 1928 venne ribattezzato picco Lenin in onore di Lenin. Nel luglio del 2006 si è tentato di cambiare nuovamente il nome in Picco dell’Indipendenza (in tagico Qullai Istiqlol), ma con poco successo: il nome è stato riconosciuto dai mass media russi, ma le fonti presidenziali tagiche lo indicano come Picco Ibn Sina (o picco Avicenna). Un altro nome che indica la vetta è Kuh-i-Garmo, ma picco Lenin resta il nome più diffuso.

Nel 1928 fu scalato per la prima volta dalla spedizione tedesca di Karl Wien, Eugene Allwein e Erwin Schneider.

Il picco è molto popolare fra gli scalatori ed ha molte vie d’accesso. Il campo base (lato kirghiso) è Atchik Tash, a 3750 m, non lontano dal villaggio di Sary-Mogol.

La tragedia del 1990 non è la sola che ha colpito questa montagna. Nel 1974 un’intera cordata di otto donne perì a causa di una tempesta.

fonte: wikipedia

© 2016, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*