Le più belle imprese alpinistiche del 2021

Il 2021 in montagna. Un anno con belle imprese, nonostante anche il mondo dell’alpinismo abbia avuto a che fare con le difficoltà dettate dalla pandemia da Covid-19.
Abbiamo selezionato le imprese più importanti, più belle ed abbiamo aperto un sondaggio per sapere quale vi è piaciuta ed appassionato di più.

 


LE IMPRESE

Prima invernale K2

I nepalesi hanno raggiunto il 16 gennaio 2021 gli 8.611 metri del K2. La montagna degli italiani (in vetta il 31 luglio 1954) ora diventa anche loro. Si chiude così il capitolo delle prime invernali sugli Ottomila: il K2 era l’ultimo Ottomila a non essere stato salito nella stagione fredda.

LEGGI ANCHE I nepalesi scrivono la storia. Vetta al K2 in inverno

 

Villanueva e la traversata del Fitz Roy

L’impresa del belga Sean Villanueva O’Driscoll sui massicci del Fitz Roy ha lasciato a bocca aperta il mondo alpinistico internazionale. Una bomba questo Sean. Il belga, Piolet d’Or nel 2011, si è fatto un bel regalo di compleanno (nato il 7 febbraio 1981): ha scalato in solitaria (e al contrario) il Fitz Traverse. Ossia Aguja Guillaumet, Aguja Mermoz, Cerro Fitz Roy, Aguja Poincenot, Aguja Rafael Juarez, Aguja Saint-Exupery and Aguja de l’S. E scusate se è poco. 5 km di via, 4000 metri di dislivello positivo con difficoltà 7a.

LEGGI ANCHE Traversata Fitz Roy, tutti a bocca aperta per l’impresa di Sean Villanueva

 

Drus, nuova via in diretta su YouTube

Una salita alpinistica in diretta streaming. Sul Monte Bianco. Gli alpinisti francesi Thomas Auvaro, Léo Billon, Jordi Noguere e Seb Ratel (Gruppo Militare di Alta Montagna di Chamonix)hanno aperto una nuova via sulla mitica parete Ovest del Drus.

LEGGI ANCHE Francesi aprono nuova via sulla Ovest del Dru in diretta su Youtube

 

Prima discesa sci (integrale) dell’Half Dome

Jason Torlano e Zach Milligan hanno realizzato la prima discesa integrale in sci dell’Half Dome, dalla vetta sin giù al fondovalle, al Mirror Lake. La prima discesa con gli sci della cupola granitica dell’Half Dome risale l 1980 ad opera di Bob Bellman ed Eric Perlman. Nel 2000, poi, Jim Zellers realizzò la prima discesa in snowboard (solitaria e senza corde). Entrambe non integrali, ossia non dalla cima al fondovalle.

LEGGI ANCHE Half Dome, prima discesa integrale con gli sci

 

Villanueva e Griffin, nuova via sul Fitz Roy

Grandi Sean Villanueva e Jon Griffin. 3 marzo 2021. Il belga e l’americano hanno fatto cordata al Fitz Roy per completare la prima salita di una via di 500 metri (7a) che comprende una fessura larga 350 metri (larga 5/6 pollici).

LEGGI ANCHE Fitz Roy, Sean Villanueva e Jon Griffin aprono La Chaltenense

 

Barmasse e le 6 creste del Cervino

Hervé Barmasse primo a scalare le 6 creste del Cervino in solitaria. Sono la Cresta del Leone, l’Hornli, Zmutt, Furggen, Deffeyes e De Amicis.

LEGGI ANCHE Hervé Barmasse, primo a salire le 6 creste del Cervino in solitaria

 

Kami Rita Sherpa 25 volte Everest

Kami Rita Sherpa agli nizi di maggio fa 25. 25 volte sull’Everest. L’esperta guida dell’agenzia Seven Summit Treks migliora il suo record , avventura iniziata nel 1994. Da allora non si è più fermato, a volte anche raddoppiandeo le ascese nella stessa stagione.

LEGGI ANCHE Kami Rita Sherpa 25 volte sull’Everest

 

Holecek e Groh sul muro del Baruntse

Marek Holecek e Radoslav Groh hanno superato quell’inviolato muro del Baruntse. La parete nord-ovest…

LEGGI ANCHE Holecek e Groh, missione compiuta: prima salita della parete NO del Baruntse

 

Paul Bonhomme e il “Project X”

La guida alpina francese conclude il suo “Project X” iniziato lo scorso 5 gennaio: 10 tracciati inediti di sci ripido da aprire in una stagione tra Francia, Italia e Svizzera.

LEGGI ANCHE Paul Bonhomme sul Täschhorn chiude alla grande le 10 vie di sci estremo

 

Yosemite Triple Crown

Scott Bennett e Jordan Cannon, sesto team a completare la Yosemite Triple Crown in meno di 24 ore. La sfida consiste nello scalare in giornata le tre pareti più diffili della Yosemite Valley: El Capitan, Half Dome e Mt. Watkins.

LEGGI ANCHE Scott Bennett e Jordan Cannon e la Yosemite Triple Crown in meno di 24 ore

 

Fratelli Pou sulla sud dell’Huamashraju in Perù

I fratelli Pou in Perù hanno effettuato la prima salita della parete sud dell’Huamashraju Est. Il Nevado Huamashraju si trova nella Cordillera Blanca ed ha un’altitudine massima di 5435 mt. Hanno aperto una bella via, una linea elegante.

LEGGI ANCHE Fratelli Pou in Perù, prima salita della parete sud dell’Huamashraju

 

Della Bordella & C. in Groenlandia

Esplorazione e alpinismo. Partiti a metà luglio, con peripezie per i voli e il blocco Covid, l’avventura in Groenlandia di Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach e Symon Welfringer è entrata subito nel vivo. A fine luglio avevano completato la traversata in kayak. Con loro circa 70 kg di attrezzatura a testa. Autonomia: circa 36 giorni. Bottino: nuova via aperta su Siren Tower…

LEGGI ANCHE Della Bordella, Schüpbach e Welfringer, nuova via in libera su Siren Tower

 

Alex Honnold in free solo sul Petit Dru

Alex Honnold sulle Alpi. A inizio luglio sulle Dolomiti, da qui si è poi spostato sulle Alpi occidentali. Sul massiccio del Monte Bianco. Vari progetti. Una salita sul Petit Dru (3730 m), parete ovest. In solitaria. Honnold ha effettuato una salita in free solo della Diretta Americana (1000 m, 6c), una via aperta nel 1962 da Royal Robbins e Gary Hemming.

LEGGI ANCHE Alex Honnold in free solo sulla ovest del Petit Dru

 

In stile alpino sul Rakaposhi

Hélias Millerioux e Patrick Wagnon in stile alpino sul Rakaposhi (7.788 mt) nel Karakorum. Una bellissima pagina di alpinismo messa a segno dal duo di guide alpine di Chamonix (con loro anche Yannick Graziani) con una spedizione leggera e tanta voglia di fare…

LEGGI ANCHE Hélias Millerioux e Patrick Wagnon sul Rakaposhi in stile alpino

 

Stefano Ghisolfi Campione del Mondo Lead

Stefano Ghisolfi vince la Coppa del Mondo Lead 2021. Mitico Ghisolfi. A Kranj il climber piemontese si ferma al 12° posto a gli basta per alzare il titolo mondiale. Dal 2005 non ci riusciva un italiano. Da Flavio Crespi.

LEGGI ANCHE Stefano Ghisolfi è Campione del Mondo Lead

 

Babicz in velocità sul Pizzo Badile

Filip Babicz mette a segno un altro bel colpo sulle Alpi, con un un altro record di velocità su una via di roccia, al Pizzo Badile. Sul classico Spigolo Nord.

LEGGI ANCHE Filip Babicz, record di velocità sul Pizzo Badile

 

Che spedizione in Groenlandia!

Spedizione in Groenlandia di Nico Favresse, Sean Villanueva, Jean-Louis Wertz e Aleksej Januta. Un epilogo ricco di soddisfazioni, avventura, emozioni e vie aperte. Molte delle quali vergini. Il team è rientrato in barca a vela verso l’Europa. Il team è stato in Groenlandia per ben un mese e mezzo, sulla costa orientale. Hanno gironzolato, si son mossi in kayak per esplorare il territorio. E ne hanno trovate di pareti belle da scalare. Belle big wall. La prima è stata La Siren Tower, ricorderete la meta anche della spedizione di Matteo Della Bordella. Che proprio lì trovò, al campo base, il team di Favresse e Villanueva. Erano gli inizi di agosto. Aprirono due vie diverse…

LEGGI ANCHE Sei vie aperte in Groenlandia. Favresse, Villanueva e gli altri tornano a casa

 

Le 6 mitiche Nord delle Alpi, senza motori…

Gietl e Shaeli hanno scalato le classiche 6 pareti nord delle Alpi (Cima Grande di Lavaredo, Pizzo Badile, Eiger, Cervino, Petit Dru e Grandes Jorasses). Nienti motori. Solo piedi, bici, parapendio.
L’alpinista altoatesino Simon Gietl e lo svizzero Roger Schaeli hanno iniziato con la Grande Cima delle Tre Cime di Lavaredo…

LEGGI ANCHE Simon Gietl e Roger Schaeli, che avventura sulle mitiche 6 nord delle Alpi!

 

Laura Rogora prima donna italiana su un 9b/+

Laura Rogora ha ripetuto Erebor, 9b/+ all’Eremo di San Paolo. Arco. Rogora scatenata, diventa la prima donna al mondo a scalare una via oltre il 9b.
Erebor liberata da Stefano Ghisolfi nel gennaio 2021. Una via difficile, probbilmente la più difficile in Italia e tra le più difficili al mondo.

LEGGI ANCHE Stellare Laura Rogora. Sale Erebor e diventa la prima al mondo su un 9b/+

 

Nuova via francese sul Chamlang

Nuova via sul Chamlang aperta dai francesi Benjamin Védrines e Charles Dubouloz. Via tracciata sulla parete nord del Settemila nepalese (7319 mt).
L’hanno chiamata “À l’ombre du mensonge” (All’ombra delle bugie), ha difficoltà di WI5+, M5+, 90°, ED, 1600 m. Sono poi scesi per la cresta ovest.

LEGGI ANCHE I francesi Védrines e Dubouloz aprono nuova via sulla Nord del Chamlang

 

Girard col parapendio sopra la vetta del Broad Peak

Era lo scorso mese di luglio quando davamo notizia dell’imprea del francese Antoine Girard. Volare in parapendio sopra la vetta del Broad Peak (8.051 mt) raggiungendo gli 8.407 mt di quota. Oltre 350 metri dalla vetta.

LEGGI ANCHE Col parapendio a oltre 8000 metri. Il video di Antoine Girard sul Broad Peak

 

Diretta slovena sul Chobutse

Nejc Marčič e Luka Stražar hanno aperto “Diretta Slovena” sul Chobutse (6.686 mt), in Himalaya. La salita risale a fine mese scorso, tra il 28 e il 30 ottobre con difficoltà di M5 e AI5 (complessivamente ED), 1.700 metri di parete.

LEGGI ANCHE Chobutse, Nejc Marčič e Luka Stražar aprono via su parete nord-ovest

 

Cazzanelli in velocità sull’Ama Dablam

François Cazzanelli, Emrik Favre, Francesco Ratti, Jerome Perruquet, Roger Bovard e Leonardo Gheza aprono nuove vie su Seimila himalayani. Poi la ciliegina sulla torta: Cazzanelli in velocità sull’Ama Dablam.

LEGGI ANCHE Missione compiuta per il team italiano su Kondge Ri e Tengkangpoche

 

Livingstone e Glenn, pilastro nord-est Tengkangpoche

Tom Livingstone e Matt Glenn sono riusciti a salire il pilastro Nord-Est del Tengkangpoche, in Nepal. Sette giorni in parete per aprire una via di 1.400 mt sino in vetta (6487 mt).

LEGGI ANCHE Livingstone e Glenn, nuova via sul Pilastro NE del Tengkangpoche

 

Prima salita cresta sud-est Annapurna III

La spedizione russa, Vyachesla Polezhayko, Nikita Balabanov, Michail Fomin (ucraini), ha effettuato la prima salita dell’inviolata cresta sud-est dell’Annapurna III (7.555 metri). Fu tentata per la prima volta nel 1981. Dopo aver trascorso la notte di sabato a 6700 mt, poi sono saliti in vetta e ridiscesi.

La cresta sud-est dell’Annapurna III ha una lunga storia. Lunga 40 anni. È stata per 4 decenni un problema irrisolto dell’Himalaya. Ci hanno provato in tanti, compresi David Lama, Hansjörg Auer e Alex Blümel. Era il 2016.

 

Bielecki e Tomaszewski, nuova via su Uli Biaho

Il team polacco di Damian Dany Bielecki e Marcin Tomaszewski ha aperto, pochi giorni prima di Natale, una nuova via sulla Uli Biaho Gallery, Trango (Karakorum). Un cambio di programma, il loro obiettivo alla partenza era lo Shipton Spire.

L’hanno chiamata “Frozen Fight Club”, (A3, M7, 780 m, 16 lunghezze). Una bella salita in condizioni invernali (temperature sino a -32°C). Undici giorni all’opera su una linghezza di circa 800 metri.

 

VOTA IL SONDAGGIO

 

Il sondaggio è aperto sino al 15 gennaio 2022, puoi votare più di un’impresa (seleziona le avventure e poi ricordati di cliccare su “vota”).

Vota il tuo atleta 2021

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button